Jordan Veretout fra i nuovi arrivati sembra essere quello che ha trovato per primo le misure alla Serie A. Titolare da subito per Pioli. Giovane con tanta esperienza.

Ventiquattro anni. 200 presenze fra i professionisti. Ligue 1 e Premier League già sperimentate. Piedi in grado di compiere capolavori balistici come quello contro il Verona. Non un caso isolato. Perché già all’esordio contro l’Inter aveva messo in mostra questo talento: il tiro dalla distanza in quel caso fu fermato dal palo. La scorsa stagione con il St. Etienne 43 presenze totali, 4 gol e 5 assist. A Firenze è arrivato per formare il nuovo centrocampo viola, orfano di Valero e Vecino. Con Badelj, è stato da subito titolare nella formazione tipo di Pioli.

Ambientamento rapidissimo in città, come conferma il suo agente a FirenzeViola.it: “Jordan è felicissimo. Mi ha confidato che è stato colpito, in positivo, dalla città. È a portata d’uomo e si è ambientato bene. Il ragazzo a Firenze si trova alla grande”. Casa sul Ponte Vecchio (LEGGI QUI), nel cuore del centro storico della città. Un luogo magico, che ha stregato i giocatori europei (Borja Valero si è tatuato le sue coordinate).

Il Saint Etienne ci ha provato fino in fondo per strappare il cartellino in modo definitivo all’Aston Villa. Anche il Nantes, squadra nella quale il giocatore si è affermato, ha provato ad inserirsi. Ma Jordan voleva confrontarsi con un campionato nuovo. Corvino ha giocato sulla motivazione e ha fatto valere i buoni rapporti con il club inglese. Così, per 7 milioni di Euro la Fiorentina si è aggiudicata il centrocampista. Le premesse per poter dire di averci visto giusto, ci sono tutte.

Articolo precedenteThereau passaggio di testimone da Kalinic… anche per la casa.
Articolo successivoEx viola: Borja leader, Bernardeschi studia da Juve, Cutrone meglio di Kalinic

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui