Toccherà a Simeone e Muriel reggere il peso dell’attacco domani in Fiorentina Torino. Con Federico Chiesa infortunato l’altra pedina del ‘tridente’ potrebbe essere Mirallas. In tribuna Gabriel Batistuta, il re dei bomber viola. Ecco le sue parole sulle punte gigliate.

Federico Chiesa, alle prese con il recupero da un sovraccarico muscolare, sarà nella migliore delle ipotesi in panchina. L’attaccante classe 1997 ha avuto ieri anche una brutta disavventura per un incidente nel quale ha impattato contro uno scooter. Il centauro, 41 anni, è ricoverato all’Ospedale di Careggi. Le sue condizioni non destano preoccupazione e sono in corso accertamenti per stabilire le responsabilità.

Fin qui la cronaca extra sportiva. Per quanto riguarda le vicende di calcio giocato, domani Chiesa non sarà in campo. Forse in panchina, lo sapremo non appena sarà diramata la lista dei convocati ufficiali. Vlahovic e Montiel verranno richiamati dalla Primavera di Bigica, come ha fatto capire Pioli in conferenza stampa. In attacco, quindi, poche alternative: Giovanni Simeone e Luis Muriel in coppia per la prima volta dal 1′ minuto, con Kevin Mirallas al posto di Chiesa.

Ieri in conferenza stampa, il più grande attaccante della storia della Fiorentina, Gabriel Omar Batistuta ha fatto le sue considerazioni sugli attaccanti viola. “Simeone è più tranquillo dopo l’arrivo di Muriel. Prima sentiva troppo la pressione, perché i tifosi gli chiedevano più gol. Per noi attaccanti ritrovare la tranquillità è fondamentale. Dopo l’arrivo di Muriel gioca più leggero e i gol sono arrivati“. Batigol sarà domani pomeriggio in tribuna d’onore al Franchi per assistere alla partita Fiorentina Torino. Poi si sposterà in Piazza della Signoria dove è in programma la grande festa #Bati50.

Articolo precedenteFederico Chiesa, incidente in auto: illeso il giocatore, ferito un motociclista.
Articolo successivoFiorentina Torino: i convocati ufficiali di Pioli e Mazzarri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui