Semplici e la Fiorentina si conoscono bene e si stimano. Le strade forse stanno per rincrociarsi…

Ieri il d.g. dell’area tecnica della Fiorentina, Pantaleo Corvino, è tornato a parlare dopo la vittoria a Crotone, in occasione della premiazione organizzata da Radio Blu presso il Teatro Dante. “Il successo ottenuto a Crotone lo dedichiamo ai nostri tifosi che in questo momento ci mancano un po’. Vogliamo riportare la fiducia intorno a noi“. Poi Corvino si lascia scappare una dichiarazione importante rivolta a Leonardo Semplici, attuale allenatore della Spal rivelazione del campionato cadetto: “Lo presi per la Primavera dal momento che lo consideravo un vincente per le sue esperienze passate. Oggi gli auguro di raggiungere i migliori risultati con la Spal“.

Semplici è un tifoso della Fiorentina, ha guidato le giovanili gigliate dal 2011 al 2014, con la Spal di Ferrara ha centrato la promozione in Serie B e adesso veleggia in testa alla classifica. Uomo misurato e schietto, ama mescolare le stanze e i tavoli durante i ritiri per creare il giusto spirito di squadra. Durante la sua esperienza con il vivaio viola ha allenato, fra gli altri, Bernardeschi, Capezzi, Piccini, Iemmello e Seferovic.

La sua eleganza è dovuta ad un rimprovero di Eduardo Macià, come ha raccontato l’allenatore a GianlucaDiMarzio.com: “Quel giorno caldissimo di inizio luglio lui mi chiamò al centro sportivo per conoscere Montella. Andai con una maglietta, dopo pranzo mi fece salire in sede per firmare il contratto. E non me le mandò a dire: Prossima volta, Semplici, almeno una camicia, bacchettò“.

Chissà che il dopo Sousa, non sia in realtà un gradito ritorno…

Articolo precedenteTop of the flop: i peggiori cinque bidoni della Fiorentina
Articolo successivoBernardeschi: finisce la storia d’amore con Veronica Ciardi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui