Evitare speculazioni sui giovani calciatori. Aumentare minutaggio ed esperienza, senza mettere al primo posto la plusvalenza economica. Questo l’obiettivo del prossimo provvedimento FIFA volto a eliminare la formula dei prestiti dal calciomercato.

Ad ottobre 2018 il comitato esecutivo FIFA potrebbe attuare un provvedimento già esaminato negli ultimi mesi: l’abolizione dei prestiti nelle sessioni di calciomercato. Questa formula sulla carta dovrebbe servire a fornire al giovane trasferito esperienza e minuti sul campo. In realtà, alcune squadre fanno del prestito un mezzo per controllare molti giocatori nella speranza di importanti plusvalenze future.

Dando un’occhiata alle squadre di Serie A, la formula del prestito sembra avere successo in alcuni club più che in altri. Secondo Transfermarkt al primo posto di questa speciale classifica c’è l’Atalanta con 61 giocatori dei quali possiede il cartellino, ma trasferiti in altra squadra. La Juventus ne ha 41, l’Inter 35, il Torino 29, Udinese e Genoa 27, la Roma 25. Napoli e Fiorentina sono appaiate con 17 prestiti attivi. Chiudono Milan e Benevento con soltanto 7 giocatori prestati.

Se la nuova regola dovesse entrare in vigore, sarebbero spostati molti equilibri e cambierebbero le strategie di calciomercato. Basti pensare che soltanto le squadre esaminate dovrebbero rivedere la posizione di ben 269 tesserati in prestito.

Articolo precedenteInfortunio Lo Faso: stagione finita e riscatto in forse? Il post del fratello.
Articolo successivoFiorentina Spal, Semplici ritorno al passato con un occhio all’infermeria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui