La Lega Serie A sembra aver optato per recuperare le gare della 26^ giornata nel prossimo weekend ma a porte chiuse. La Fiorentina giocherà con l’Udinese alle 18. Il ministro Spadafora conferma le intenzioni del governo, Marotta: “Bisogna farlo”.

Recupero 26° giornata a porte chiuse

I massimi dirigenti del calcio italiano si sono riuniti nel Salone d’onore del CONI a Roma e hanno preso una decisione in merito alla gare di Serie A rinviate per il coronavirus. Alla riunione in Lega Calcio erano presenti il presidente Paolo Dal Pino e l’ad Luigi De Siervo, i consiglieri federali e rappresentanti di varie società. Fra questi c’erano anche Claudio Lotito e Paolo Scaroni, l’ad Giuseppe Marotta per l’Inter, il ds Fabio Paratici per la Juventus e il vicepresidente della Roma, Mauro Baldissoni. Presenti anche i rappresentanti di Sassuolo, Atalanta, Fiorentina e Udinese. In attesa delle comunicazioni del Governo, la Lega di Serie A ha deciso per la disputa a porte chiuse della 26.ma giornata nel prossimo weekend. Di conseguenza Juventus-Inter si giocherebbe domenica alle 20.45; Milan-Genoa alle 12.30; Parma-Spal e Sassuolo-Brescia alle 15; Udinese-Fiorentina alle 18. Sabato sera invece toccherà a  Samp-Verona (20.45).

Marotta: “Porte chiuse unico strumento per proseguire Serie A”

Il calcio italiano aspetta quindi adesso solo le direttive governative. Il campionato ripartirebbe normalmente slittando di una settimana. Queste le parole di Beppe Marotta, ad dell’Inter al termine della riunione: “Bisogna farlo, vista la situazione. Le porte chiuse sono l’unico strumento per portare avanti il campionato, siamo in attesa di un provvedimento del governo. Si è ritrovata unità di intenti all’interno della Lega per la regolarità del campionato. Juve-Inter può giocarsi domenica sera o lunedì.

Viaggiamo a vista in attesa di ulteriori provvedimento governativi, ma ora è importante ritrovarci subito in assemblea ed elaborare una strategia comune per garantire la continuità gestionale alle nostra società. Peccato per oggi, è mancato il numero legale, ma occorre indire di nuovo una assemblea, che sia formale o informale, per delineare una strategia precisa a salvaguardia del fenomeno sportivo e dei singoli club“.

Il programma dei recuperi di Serie A

  • 7 marzo 20:45 Samp-Verona
  • 8 marzo 12,30 Milan-Genoa
  • 8 marzo 15:00 Parma-Spal e Sassuolo-Brescia
  • 8 marzo 18:00 Udinese-Fiorentina
  • 8 marzo 20:45 Juve-Inter
Credits foto: cocoparisienne

Articolo precedenteD.s. del Flamengo: “Per Pedro nessun diritto di recompra per la Fiorentina”
Articolo successivoFiorentina chiede rimborso alla Lega e possibile class action Codacons

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui