Qualificazione Europa League: Milan, Inter e Fiorentina provano a scansare i preliminari?

Pare ancora aperta la rincorsa al sesto posto. Soltanto la Lazio (67 punti) ha blindato il quarto posto valido per l’accesso diretto alla fase a gironi di Europa League. L’Atalanta (64 punti) ha buone chance di chiudere quinta e un percorso che dice: Udinese (fuori), Milan (in casa), Empoli (fuori) e Chievo (casa). La vera lotta è quella per il sesto posto, che significa partire dal terzo turno preliminare dal 27 luglio al 3 agosto.

A guardare gli ultimi risultati sembra che nessuno sia interessato. Il Milan (59 punti) ha due sfide chiave: Roma in casa e poi a Bergamo, prima di chiudere con le già salve Bologna (al Meazza) e Cagliari. L’Inter (56 punti) ha raccolto appena due punti nelle ultime sei partite. Dovrà affrontare Genoa (trasferta), Sassuolo (in casa), Lazio (Olimpico) e ultima in casa con l’Udinese. I proprietari cinesi fanno sapere che il sesto posto è obiettivo minimo, ma i giocatori non paiono della stessa opinione. Il preliminare costringerebbe la società nerazzurra a cancellare la ricca tournee americana. Anche la Fiorentina (55 punti) mostra una dicotomia fra i proclami societari e l’effettivo agonismo in campo. Una partenza così anticipata, con una rivoluzione in vista potrebbe essere un handicap. Calendario in salita per i viola. Sassuolo (fuori), Lazio (Franchi), Napoli (San Paolo) e ultima casalinga con il Pescara.

 

Articolo precedenteContestazione Fiorentina: lo striscione di protesta al Franchi
Articolo successivoFiorentina Women’s ad un passo dal titolo: Mencucci racconta le origini del progetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui