Daniele Pradè nel pre partita della gara Udinese Fiorentina ha parlato della situazione calcio in questa emergenza coronavirus e ha fatto il punto sul recupero di Franck Ribery.

Daniele Pradè ds della Fiorentina ha parlato della situazione del calcio di Serie A in relazione all’emergenza coronavirus. Queste le sue parole ai microfoni di Sky Sport: “Si è trattata di una settimana particolare. Abbiamo preso le misure del caso, abbiamo fatto dei test ai giocatori due volte al giorno, siamo stati soli, anche oggi siamo ad un metro di distanza. Non puoi salutare nessuno, tutto è anomalo. Noi ci atteniamo a tutte le regole, poi martedì ci siederemo al tavolo, e vedremo. I calciatori sentono tutto, la situazione non è serena, ma noi dirigenti dobbiamo dare una linea: compattezza, chiarezza e fare ciò che ci chiedono“.

Provvedimenti che hanno inciso anche sulla situazione personale di Franck Ribery. L’asso francese è ormai tornato ad allenarsi in gruppo e avrebbe voluto unirsi al gruppo per assistere, almeno in tribuna, al match Udinese Fiorentina. Ma non è stato possibile, per i posti contingentati come ha dichiarato lo stesso Pradè: “Voleva venire con noi anche oggi, ma abbiamo limitato i posti, abbiamo lasciato fisioterapisti a casa, così è stato per Ribery. Così come Ibrahimovic, ci sono quei giocatori che non hanno età, a noi Ribery per tre mesi e mezzo ci è mancato tanto“.

Ma ormai si contano i giorni per il ritorno fra i disponibili di Ribery che potrà essere fra i convocati per il match Fiorentina Brescia del prossimo 15 marzo. Sempre che prima non ci siano provvedimenti che porteranno alla sospensione del campionato di Serie A.

Articolo precedentePagelle GV: Badelj in un vicolo cieco, Milenkovic palo da bomber
Articolo successivoIachini: “Volevo forzare la partita. Coronavirus? Serve una linea chiara”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui