Il difensore della Spal Felipe ha ammesso nel dopo gara il fallo su Chiesa, mostrato nettamente dalla VAR. Le accuse del presidente Mattioli rispedite al mittente.

Il fallo su Federico Chiesa c’è ed è innegabile, inutile dibattere sull’entità. Ogni squadra a questo proposito avrebbe da dire la sua (vedi polpastrello di Hugo a San Siro). A evidenziarlo la VAR intervenuta con colpevole ritardo, questo magari sì e a ribadirlo anche uno dei due protagonisti. Nello spogliatoio il difensore della Spal, ex Fiorentina, Felipe ha ammesso il contatto con l’attaccante viola: “Ho commesso fallo su Chiesa“.

Rispedite quindi al mittente tutte le accuse, peraltro fuori luogo, del presidente della Spal Walter Mattioli che aveva a caldo dichiarato: “Ingigantisce i falli… Si comporta da persona poco seria“. Dichiarazioni subito controbattute dal club manager Antognoni: “Mi sembra un appellativo grave perché si crea un’etichetta che poi va avanti negli anni. Io non mi permetterei mai di accusare un giocatore avversario e non va bene che un presidente parli di avversari che si comportano male. Almeno dagli addetti ai lavori non accettiamo critiche nei confronti di Chiesa… È un ragazzo a modo, non è colpa sua se è troppo veloce e non si riesce a prenderlo se non facendo fallo”.

Articolo precedenteFiorentina pagelle media sportivi: top e flop vittoria contro la Spal.
Articolo successivoBadelj, il primo gol con la Lazio ha una dedica speciale. FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui