Dopo essere stato accostato ad alcune realtà di Serie B e dopo la suggestione Monza dell’amico Brocchi, con al comando Galliani Berlusconi, ieri la notizia ufficiale. Riccardo Montolivo ha detto addio al calcio giocato, la conferma dal suo agente Giovanni Branchini.

Un addio silenzioso, dopo un lungo periodo di oblio nel Milan di Gattuso. L’ex capitano rossonero Riccardo Montolivo esce così dal calcio giocato. La decisione di smettere col pallone l’ha spiegata il suo agente Giovanni Branchini ai microfoni di ‘TMW Radio‘

Una pagina triste del nostro calcio, per chi l’ha scritta, per chi l’ha subita e per chi ha fatto finta di non vedere. Il suo addio al calcio è definitivo. Quando uno non gioca da un anno e mezzo, ad una certa età, riprendere è difficile. Ricominciare non sarebbe stato intelligente perché non avrebbe reso secondo i suoi standard“.

Il riferimento è chiaramente alla situazione creatasi nello spogliatoio del Milan dove Riccardo Montolivo ha vissuto l’ultima stagione da emarginato. Tanto che a fine stagione il centrocampista, ex capitano della Fiorentina dalla quale era andato svincolato a parametro zero, si era amaramente sfogato (LEGGI QUI).

 

Articolo precedenteAstori, nominati gli esperti per la nuova perizia: esito tra 90 giorni
Articolo successivoRibery niente Milan: ecco le possibili date del ritorno in campo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui