L’Atletico Madrid del Cholo Simeone da anni lavora sui canteranos, ovvero i prodotti del vivaio. Giocatori cresciuti in casa, spesso vincenti, come Gabi Fernández oppure l’ex viola Mario Suárez.

La Fiorentina punterà forte sul vivaio. Lo ha dichiarato nella nota stampa diffusa dopo il Consiglio di Amministrazione del 18 dicembre (LEGGI QUI). Le fonti di ispirazione in Europa per questo tipo di strategia non mancano. Soprattutto in Spagna dove le ‘canteras‘, letteralmente i cantieri nei quali si forgiano i futuri campioni, sono alla base di molte realtà vincenti iberiche. L’Atletico Madrid guidato da Diego Pablo Simeone è una di queste. Il caso di Mario Suarez, centrocampista muscolare, cresciuto nel vivaio dei colchoneros è emblematico. E i biancorossi di Madrid stanno provando a ripetere quella formula con il recente ingaggio del promettente Rodrigo Hernández, classe 1996.

Mario Suárez, classe 1987, dopo la trafila giovanile nella squadra dei ‘materassai’ di Madrid, è andato in giro fra Valladolid, Celta e Real Mallorca. L’Atletico lo ha recuperato nella stagione 2010/2011 con un riscatto di 1,8 milioni di Euro. Ha lasciato i biancorossi di Spagna nel 2015/2016 nell’ambito dell’operazione che ha portato Stefan Savic dalla Fiorentina all’Atletico, con un conguaglio di circa 10 milioni di Euro a favore delle casse viola. Sedici anni di militanza nel club madrileno, quasi 200 partite e sei trofei in bacheca: una Liga, una Coppa del Re, una Europa League, una Supercoppa spagnola e due Supercoppe europee.

Un prodotto vincente del vivaio, impiegato dal club in prima squadra negli anni di massimo rendimento e poi pedina del calcio mercato per arrivare a giocatori in quel momento più funzionali. Una formula facile? In realtà il tasso di fallimento con i giovani è altissimo, ma la Fiorentina in autofinanziamento non ha molte altre alternative. Primario quindi investire sul nuovo centro sportivo giovanile (LEGGI QUI).

Fonte: Mundo Deportivo
Articolo precedenteSqualificati e infortunati dei prossimi avversari della Fiorentina.
Articolo successivoChi è Eurnekian, legato a doppio filo con il nuovo stadio Fiorentina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui