Calciomercato faraonico per il Milan. Colpi in difesa, centrocampo e attacco. Il rebus della punta è stato risolto con la scelta dell’ex viola Nikola Kalinic. Ora a Milanello si fanno i conti.

Sessantatre i milioni investiti dal Milan per la coppia di attaccanti formata di Nikola Kalinic e André Silva. Una strategia di mercato di “due a prezzo di uno”, perché gli attaccanti di prima fascia avevano quotazioni decisamente più elevate. Come quella di Aubameyang, 80 milioni di Euro, o di Morata, 62 milioni di Euro. Tanto per citare due nomi accostati questa estate ai rossoneri.

Facendo i conti, quindi, cifre in assoluto elevate, ma non distanti da quanto investito sulla coppia croato-portoghese. Due gol in due, entrambi firmati dall’ex viola, nelle prime otto giornate di Serie A. Uno score decisamente basso per le ambizioni dei rossoneri, accreditati a inizio stagione per la corsa al titolo e fermi a 12 punti, due in più della Fiorentina, due in meno della Sampdoria che ha una gara da recuperare. Per adesso, il più convincente e il più continuo fra gli avanti rossoneri è stato Patrick Cutrone, frutto del vivaio. Nome poco esotico, ma tanta voglia di fare bene. Per i tifosi del Milan però il dubbio rimane: basterà per reggere il confronto con l’Inter di Icardi, la Lazio di Immobile, la Juventus di Dybala.

 

Articolo precedenteThereau contro il Benevento rincorre il titolo di Cecchino della Serie A.
Articolo successivoVIDEO Giuseppe Rossi carico per il rientro: tre squadre lo seguono.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui