A Lady Radio Sebastian Frey, portiere di Fiorentina e Inter, traccia un ricordo delle sue esperienze a Firenze e a Milano. Con una punta polemica nei confronti della società gigliata.

Frey appartiene ad una Fiorentina bella e spensierata. Quella con Cesare Prandelli in panchina e i vari Mutu, Jorgensen, Ujfaluši, Pasqual, Jovetic e compagnia bella in campo. Una squadra con sogni e ambizioni non paragonabili all’oggi. Ai microfoni di Lady Radio, l’ex portierone viola ha fatto il punto sulla classifica attuale e ha risposto a chi lo ha accusato di ‘tradimento calcistico’. Nelle sue dichiarazioni, una punta polemica nei confronti di chi lo ha allontanato e anche della società, rea a suo avviso di essersi dimenticata degli ‘anziani’. Queste le sue parole.

Sarei rimasto volentieri in viola, ma mi hanno fatto capire che sarei dovuto andare via e ho dovuto fare questa scelta. Ed è lo stesso dirigente che ha fatto allontanare Borja Valero“.

Ultimamente sono stato anche oggetto di critiche da parte di tifosi viola perché l’Inter mi ha iscritto nelle leggende e questo mi dispiace. Mi hanno dato del ‘mercenario’. Posso dire di non aver mai ricevuto una telefonata dalla Fiorentina per invitarmi a vedere la squadra. All’Inter sono stato due anni, ma noto molto riconoscimento“.

Articolo precedenteCalciomercato: sfida a tre per il baby attaccante Fernando. VIDEO.
Articolo successivoFranchi semi vuoto? Fiorentina promuove “4 partite, un unico Cuore Viola”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui