Samuele Ricci, prodotto della cantera dell’Empoli, classe 2001 è uno dei giovani profili più seguiti dai club della Serie A e non solo. La Fiorentina potrebbe avere qualche carta in più degli avversari, per un investimento economicamente importante.

Samuele Ricci è più di un prospetto di sicuro interesse. Nato il 21 agosto 2001 a Pontedera, in provincia di Pisa, è calcisticamente cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli. In questa stagione si è già messo in luce come uno dei migliori centrocampisti della Serie B, con 28 presenze nella regular season della serie B. Chi lo ha visto giocare ne parla come di un centrocampista completo, moderno, stile Tonali per intendersi, in grado di interdire e di costruire. Un regista naturale che agisce centrale davanti alla difesa, ma che sa adattarsi anche da mezzala. Caratteristiche che unite alla giovane età hanno acceso su di lui le attenzioni del calciomercato estivo.

Il Napoli aveva già avanzato una proposta concreta di 11 milioni di euro più bonus per il cartellino di Samuele Ricci. Il giocatore e la società hanno però preso tempo: il ragazzo cerca il migliore percorso di crescita e il club aspetta offerte al rialzo. Che non dovrebbero mancare vista la lista delle concorrenti: il Borussia Dortmund lo segue da prima del lock down e sembra pronto all’offerta e anche il Milan segue con interesse gli sviluppi della situazione.

E la Fiorentina? Si leggono notizie che danno per fatto l’affare con il club azzurro toscano per il cartellino di Samuele Ricci. Ancora non ci sono conferme e dopo la recente scottatura col caso Traore, è opportuno aspettare prima di dare per fatto l’affare. Per certo la Fiorentina ha qualche asso nella manica. In primis Iachini che conosce il ragazzo, avendo allenato l’Empoli per 16 gare nella stagione 2018-19 quando Ricci era l’elemento di punta della Primavera. E poi anche il buon rapporto fra i due club, come dimostrano i recenti scambi di prestiti che hanno coinvolto Dragowski, Terracciano e Zurkowski.

#errebì72

Articolo precedenteDifesa Fiorentina: ripartire dal blocco titolari col nodo Milenkovic
Articolo successivoFerragosto Fiorentina: nuova mascotte, il giallo maglia e Ribery in città

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui