La Fiorentina rimedia a Parma la quinta sconfitta consecutiva in campionato e resta ferma a 40 punti. L’Empoli vittorioso al Castellani contro il Torino sale a 38 punti. Il Genoa di Prandelli terzultimo con 37 punti si gioca il tutto per tutto al Franchi contro i viola domenica prossima.

La Fiorentina di Montella, espulso a fine gara di oggi per un pugno contro un cartellone pubblicitario che nella caduta ha urtato uno steward del Tardini, non può più fare calcoli. Domenica a Firenze contro il Genoa di mister Prandelli non ci sono scappatoie. Sarà sufficiente non perdere per dare un calcio allo spettro della Serie B.

Ma la Viola vista nelle ultime gare, ha numeri da film horror e non offre garanzie in tal senso. Cinque sconfitte consecutive in campionato, ultimo gol segnato al Franchi il 31 marzo, ultima vittoria casalinga datata 16 dicembre 2018, un solo punto raccolto dopo il ritorno di Montella (pareggio al Franchi a reti bianche contro il Bologna). La classifica dopo 37 giornate di campionato di Serie A, guardando solo il girone di ritorno, vedrebbe la Fiorentina retrocessa insieme al Chievo (8 punti) a causa del misero bottino di 14 punti raccolti, come il Frosinone comunque in vantaggio sui viola negli scontri diretti.

Domenica i giocatori viola sono chiamati ad invertire questa tendenza in una gara secca, che non richiede parole di circostanza ma solo voglia di lottare senza risparmiare una sola goccia di energia nervosa o fisica. E proprio la ‘cattiveria’ sembra mancare ai viola rispetto agli avversari diretti, attrezzati con muscoli e attributi in una zona della classifica dove conta il risultato. Agguantato anche con i denti e tramite un gioco talvolta sporco e cattivo, che non è nel DNA della squadra di Pioli prima e di Montella adesso. Perché anche oggi, quando sarebbe bastato 1 punto per chiudere questo discorso, siamo a rimpiangere occasioni a causa di mancanza di determinazione e di voglia di incidere. Come se la squadra avesse già staccato la spina. Con troppo anticipo rispetto alla realtà dei fatti.

Classifica zona retrocessione Serie A

  • Bologna 40 punti (una partita in meno)
  • Fiorentina 40 punti
  • Udinese 40 punti
  • Empoli 38 punti
  • Genoa 37 punti

Al Bologna basterà un pari (molto pronosticabile) domani sera all’Olimpico contro la Lazio – appagata dalla vittoria in Coppa Italia – per uscire dalla zona pericolo. Il Cagliari salvo gioca l’ultima gara casalinga contro l’Udinese, anche in questo caso un pareggio è il risultato più probabile e più comodo per entrambe le squadre. Alla Fiorentina basterà non perdere contro il Genoa terzultimo. L’Empoli è chiamato all’impresa a Milano contro l’Inter ma potrebbe anche perdere qualora i viola vincessero contro il Grifone. Se invece Fiorentina e Genoa pareggiassero e l’Empoli perdesse a San Siro, retrocederebbero gli azzurri toscani per la classifica avulsa.

Articolo precedenteParma Fiorentina convocati ufficiali e novità su probabili formazioni
Articolo successivoCaro Davide, la tua fascia non merita tutto questo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui