Fiorentina Milan 1-1. Un pari che serve solo per muovere la classifica. Passano i viola al 71′ con Simeone, pareggio al 74′ di Calhanoglu.

Fiorentina (4-3-3): Sportiello; Laurini, Pezzella (73′ Hugo), Astori, Biraghi; Benassi (66′ Eysseric), Badelj, Veretout; Gil Dias (54′ Chiesa), Simeone, Thereau. All. Pioli

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessiè (92′ Locatelli), Montolivo, Bonaventura (72′ André Silva); Suso, Cutrone, Borini (52′ Calhanoglu). All. Gattuso

Ammoniti: Romagnoli, Veretout

Primo tempo

La prima mezz’ora passa senza grandi sussulti, con un predominio dei padroni di casa ma con i portieri disoccupati. Poi al 38′ la partita si accende. Simeone supera Bonucci e Romagnoli, ultimo uomo, lo stende. Cartellino giallo per l’arbitro Banti fra le proteste del pubblico. Allo scadere la differenza la fa Donnarumma che su incornata di Gil Dias si allunga e devia sulla traversa.

Secondo tempo

All’inizio della ripresa è ancora il portiere classe ’99 del Milan ad allungarsi su tiro velenoso dalla distanza di Badelj. Poco dopo Sportiello fa la prima e ultima parata seria del match su un sinistro a giro di Suso. Al 53′ entra Chiesa tenuto a riposo per un tempo da Pioli. Al 71′ il cross perfetto di Biraghi permette al Cholito Simeone di insaccare la sesta rete stagionale. Solo tre minuti di gioia per il pubblico di fede viola, perché al 74′ il sinistro a giro del solito Suso impegna Sportiello e sulla ribattuta Calhanoglu arriva per primo e la insacca.

Commento

Alla Fiorentina manca la cattiveria per azzannare l’avversario nel momento di difficoltà. Con un Milan reduce dai supplementari di Coppa Italia e sotto di una rete a 20 minuti dalla fine, non reggere il risultato è errore molto grave. Tanta la mole di gioco sviluppata, ma davanti è troppa la fatica nel concretizzare. Manca il giocatore in grado di accendere con l’imprevedibilità, la fantasia dei tifosi. Uno alla Suso per intendersi. Il migliore fra i rossoneri, insieme a Gigio Donnarumma. Per la Fiorentina Astori e Pezzella sugli scudi. L’episodio Romagnoli-Simeone penalizza i viola, che avrebbero potuto avere un uomo in più per tutto il secondo tempo.

Video sintesi

Articolo precedenteFiorentina Milan: Donnarumma c’è, Kalinic no. Le probabili formazioni.
Articolo successivoFiorentina Milan le pagelle dei media sportivi. Top e flop viola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui