Le decisioni del giudice sportivo di Serie A hanno punito gli atteggiamenti durante e dopo Fiorentina Lazio. In particolare Ribéry e Vavro sono stati sanzionati per comportamento anti sportivo nel post partita. Ma mentre per il francese la spinta al guardalinee è stata evidente, la provocazione dello slovacco alla Curva Fiesole era sfuggita alle telecamere.

Fiorentina Lazio verrà ricordata come una partita ricca più di episodi polemici che di vere e proprie azioni sul campo. Le decisioni del giudice sportivo di Serie A sono un vero bollettino di guerra. Specie per la Fiorentina: Ribéry (3 giornate + 20.000 euro di ammenda), Ranieri (1 giornata), Montella (1 giornata), Pezzella (ammenda pecuniaria). Ma anche un giocatore della Lazio è stato sanzionato. Una riserva che ha voluto così aggiungere il proprio nome alla lista dei ‘cattivi’. Si tratta di Denis Vavro, difensore slovacco.

Il post Fiorentina Lazio: Vavro, da provocatore a paladino?

Questo il comunicato ufficiale relativo alla squalifica per un turno, con multa aggiuntiva di 5.000 €. “Per avere, a fine gara, prima di entrare nel tunnel che adduce agli spogliatoi, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria, provocando un ulteriore clima di tensione; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale“.

vavro curva fiesole fiorentina lazio

La provocazione sotto la Curva Fiesole, con la mano all’orecchio, non era stata ripresa dalle telecamere. Ma non è sfuggita al quarto uomo. Un gesto senza giustificazioni… Non per tutti però… Secondo Ilmessaggero.it, sito del quotidiano romano, Vavro sarebbe una sorta di paladino. Di cosa non è chiaro, ma il passo dell’articolo lascia intendere che lo slovacco avrebbe difeso Caicedo e Lukaku da ‘buu razzisti‘. Ecco il brano in questione: “In realtà il difensore slovacco, gesticolando verso la Curva Fiesole, avrebbe preso le difese di Caicedo e Lukaku, ultimi ad abbandonare il campo del Franchi insieme a lui e oggetto di sonori fischi e buu da parte del tifo caldo viola“.

E mentre la Lazio è intenzionata a presentare ricorso contro tale provvedimento disciplinare, la Fiorentina ha deciso di accettare tutte le decisioni del giudice sportivo. Per inciso, la Fiorentina non è stata sanzionata per cori discriminatori di alcuna fatta e se la Lazio adotterà questa linea difensiva è molto probabile che Vavro sconti la giusta squalifica da provocatore

Errebì72

Articolo precedenteCommisso: “Stadio? O si va veloce e ho controllo, o non lo faccio”
Articolo successivoSconcerti: “Fiorentina errori VAR? Non nascondiamoci…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui