Decreto Crescita per Balotelli oppure prestito per Keità Balde. Ecco come la Fiorentina potrebbe provare a piazzare un colpo di calciomercato per l’attacco.

Non tramonta l’ipotesi – o suggestione, o Chimera a seconda dei punti di vista – Mario Balotelli per la Fiorentina. I contatti fra gli uomini mercato viola e Mino Raiola ci sono stati, ma a quale livello del sondaggio si sia arrivati non è dato saperlo. Per certo c’è che Balo è svincolato dall’OM Marsiglia e si sta allenando duramente per farsi trovare pronto per il prossimo club. L’ambizione è la Serie A che potrebbe riaprirgli anche le porte della Nazionale di Roberto Mancini. Il fatto è che Super Mario guadagna 4 milioni di euro netti a stagione, spicciolo in più spicciolo in meno e non pare intenzionato a ridursi abbondantemente lo stipendio.

La Fiorentina potrebbe appellarsi al Decreto Crescita per attirare Balotelli che in qualità di lavoratore residente per oltre 2 anni all’estero e che decide di trasferirsi in Italia per almeno 24 mesi, avrebbe diritto ad uno sconto IRPEF del 70%. Un consistente sgravio fiscale che potrebbe far gola al calciatore, consentendo alla Fiorentina di proporre un ingaggio più a sua misura.

L’altro nome che propone oggi La Nazione è Keità Balde, di proprietà del AS Monaco. Prezzo del cartellino decisamente fuori portata per le casse della Fiorentina. Il club monegasco potrebbe però riproporre la stessa formula usata nella scorsa stagione con l’Inter: prestito con diritto di riscatto. L’ostacolo in questo caso sembra la volontà dell’attaccante, desideroso di accasarsi in modo più definitivo.

Articolo precedenteVeretout: tweet Roma e la campagna per Telefono Azzurro
Articolo successivoFiorentina: Benfica, Livorno, Galatasaray. Date, orari e biglietti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui