Un’estate di calciomercato fatta da indiscrezioni, rumors e fonti vicine. La verità è che Chiesa alla Fiorentina almeno un altro anno a qualcuno dà fastidio.

Lo hanno detto in tutti i modi e in tutte le salse possibili: Federico Chiesa non è in vendita. Eppure qualcuno spinto dalla voglia di scoop continua a ripetere come un disco incantato che Chiesa appena potrà ribadirà al neo presidente Rocco Commisso la volontà di andare alla Juventus.

Niente di più falso. Chiesa e Commisso hanno riso e scherzato l’altra sera in tribuna mentre assistevano alla gara d’esordio dell’ICC vinta dalla Viola contro i messicani del Chivas. Avranno avuto tempo e modi per parlarne no? Oppure vogliamo credere che i due si siano solo visti, salutati e scambiati i numeri di telefono?

Non scherziamo, la verità, probabilmente, è che la permanenza in Fiorentina di Federico Chiesa provoca prurito ad oltranza alle Signore del calcio poco avvezze al romanticismo del calcio moderno. Si, quel romanticismo che spinge a pensare addirittura che Chiesa possa restare a Firenze a vita. Non esageriamo, ma intanto lo ribadiamo, Chiesa il prossimo anno vestirà a colori.

E non i colori della grigia Milano, né tanto meno la fredda Monaco di Baviera. Chiesa resterà Viola, a fianco della sua nuova fidanzata, Benedetta e soprattutto resterà in Riva all’Arno, là dove tutto è iniziato. E forse, in tutto questo, ha contribuito anche papà Enrico che di situazioni simili ne avrà vissute a bizzeffe.

Calciomercato Fiorentina: Chiesa resta e via gli esuberi

Adesso, per Federico, sarà fondamentale entrare subito in forma e aiutare una squadra che dovrà dipendere anche e sopratutto da lui. E viste le difficoltà a smaltire gli esuberi lasciati dalla precedente gestione, Pradè e la sua squadra di lavoro, dovranno allestire una squadra che sia congeniale alle idee tattiche di Montella. Proprio Montella che in molti non avrebbero voluto quest’anno sulla panchina Viola, dovrà dimostrare di essere il Montella visto qualche anno fa, quando l’allora piccolo Federico Chiesa militava nelle giovanili gigliate e mai avrebbe potuto sognare di essere il giocatore simbolo di questa squadra e di questa città.

Leonardo Andreini

 

 

 

Articolo precedenteICC vs Moena: chi guadagna e chi perde nel ritiro sdoppiato
Articolo successivoFiorentina Arsenal 0-3 highlights e VIDEO gol

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui