Emiliano Viviano, portiere della Sampdoria, ex viola e tifoso della Fiorentina parla a Marca.com di alcuni spunti su Nazionale, Serie A e Buffon.

Esperienza in Nazionale, un campionato non esaltante in Premier League con l’Arsenal e tanti anni di militanza in Serie A. Per questo motivo, Emiliano Viviano è stato intervistato dal quotidiano spagnolo online Marca.com.

D: “Non hai ancora giocato per un infortunio al ginocchio. Hai recuperato?”

R: “Questo è il mio secondo infortunio al ginocchio. Adesso sto bene. Sono passati solo quattro mesi e devo ancora recuperare la mia condizione fisica. Credo che potrò giocare dopo la pausa internazionale“.

D: “Nella tua carriera, hai avuto un momento eccezionale alla Fiorentina. Che adesso sta faticando un po’. Come è cambiato il club da quando lo hai lasciato?

R: “Sono nato a Firenze e sono un sostenitore della Fiorentina. Mia figlia si chiama Viola. Adesso è molto diverso. Hanno cambiato completamente la squadra, con circa dieci nuovi giocatori, un nuovo allenatore e un nuovo direttore sportivo. Penso che questa stagione sia l’Anno Zero, della ricostruzione. Quando ero lì, ho vissuto un passaggio simile: nella prima partita stagionale, c’erano solo due giocatori dell’anno precedente. Poi però abbiamo fatto un grande campionato chiudendo a 70 punti e perdendo solo due punti in Champions“.

D: “Quando la Juventus ha disputato la finale di Champions League contro il Real Madrid, molti hanno pensato che fosse l’opportunità per Buffon di cementare la sua leggenda. Sei rimasto deluso dal fatto che non ha vinto?

R: “Ricordati, sono un sostenitore della Fiorentina: Fiorentina e Juventus hanno una delle peggiori rivalità in Italia [ride], ma per lui sono rimasto deluso, ha vinto tutto, tranne la Champions League. Per me è ancora una leggenda in quanto ha giocato a quei livelli dai 18 ai 40 anni. Questo è ciò che lo separa dagli altri portieri“.

Infine, un pensiero sulla tradizione vincente della Nazionale Italiana nelle competizioni internazionali: “Forse l’Italia non avrà la squadra più forte, ma vince perché siamo uniti“.

Fonte: Marca.com
Articolo precedenteVideo: Federico Chiesa doppietta in Under 21 contro l’Ungheria.
Articolo successivoAngella vice capitano Udinese: “Chiesa? Futuro in un grande club”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui