Giovani talenti, incertezza nella corsa al titolo, tanti gol e tanti spettatori. Ecco perché la Serie A può tornare ad essere “il campionato più bello del mondo”.

Calcio italiano sugli scudi. Nonostante il grigiore della Nazionale di Ventura, la stampa estera elogia il campionato di Serie A che, dopo ‘calciopoli’, negli ultimi dieci anni ha fatto progressi importanti. Ecco i fattori della rinascita, secondo il prestigioso quotidiano britannico The Guardian.

Non solo Juventus

Le ultime edizioni della Champions League mostrano le spagnole ancora dominatrici con Real Madrid e Barcellona ormai brand mondiali del calcio. L’unica compagine a competere è stata la Juventus, finalista due volte nelle ultime tre stagioni. Menzione d’onore per il Napoli di Sarri, che tiene viva la lotta per il titolo e insidia il dominio bianconero.

Medie spettacolari

Due dati sono evidenziati da The Guardian per rimarcare lo spettacolo della Serie A. Si tratta del campionato con il più alto tasso di gol per partita (2,88). Questo si traduce in un incremento importante della media di spettatori: più 1.500 unità rispetto alla stagione passata.

I crack europei

Talenti italiani alla riscossa. Il quotidiano inglese ne cita alcuni. Fra questi, Gianluigi Donnarumma erede designato di Gigi Buffon e due ragazzi in luce nei loro club e nella Nazionale Under 21, il gigliato Federico Chiesa e il rossonero Patrick Cutrone.

Mucchio selvaggio per l’Europa

Le sette sorelle degli anni ’90 sono soltanto un ricordo, ma la qualità media dei club italiani mette in lizza nove club per un posto fra le prime quattro, che significa qualificazione alla prossima edizione della Champions.

 

Articolo precedenteFederico Chiesa: rinnovo e sirene da top club. La rassegna stampa di oggi.
Articolo successivoGiuseppe Rossi: ritorno in Serie A? Ecco i club che ci pensano su…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui