Il Viola Club Vieusseux al centro di una polemica per uno striscione non ammesso domani al Franchi. Il testo e la motivazione della ‘censura’.

Un gruppo storico del tifo fiorentino il Vieusseux, che ha avuto in Valter Tanturli il presidente amatissimo e compianto, porta alla cronaca un contrasto che lo vede protagonista. Lo ha raccontato il presidente Leonardo GianiRadio Bruno. Domani in occasione di Fiorentina Hellas Verona i tifosi del gruppo, che si ritrovano in Ferrovia, avevano deciso di esporre uno striscione con questo testo: “Allora seguitate! Ma quand’è che ci liberate?“.

Il GOS, ovvero Gruppo Operativo Sicurezza per gli impianti sportivi, non ha dato il via libera per eccesso di ironia. Bersaglio dello striscione la società e in particolar modo i proprietari Della Valle rei, secondo la parte calda del tifo, della divisione dello stesso e di un distacco del pubblico dalla Fiorentina e dallo Stadio Franchi. La posizione del GOS è stata giudicata troppo severa e si parla di ‘censura’. Sul web si sono scatenati i commenti e i soci del Club sono pronti a ‘dare battaglia’. Già domani non sarà esposto per protesta nessun proprio vessillo, né striscione.

Articolo precedenteFiorentina: dalla Francia le ultime su Dabo, raccomandato da Veretout.
Articolo successivoFiorentina Verona 0-2. Primo tempo: sintesi e commento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui