Alla vigilia di Atalanta Fiorentina, Stefano Pioli affronta temi a 360 gradi in casa Fiorentina. Della Valle e il rilancio europeo, obiettivi stagionali, Federico Chiesa.

Stefano Pioli non si tira indietro e in conferenza stampa parla della sua Fiorentina con un occhio al presente e uno al futuro. Il concetto è sempre quello: “Siamo all’anno zero. Lavoriamo per il presente, ma soprattutto per il futuro“. Eh già il futuro: con o senza i Della Valle? Il tecnico non ha dubbi: “Il progetto c’è. La proprietà la sento anche più spesso di prima. La volontà è quella di ricostruire una Fiorentina con ambizioni europee“. Per quanto riguarda il presente ha le idee chiare: “La squadra che va in campo è quella che penso possa essere la più adatta a vincere la partita“.

Ho già le idee molto chiare sulla squadra, anche nelle prossime 14 partite c’è tempo per farmele cambiare”. Un riferimento a chi sta trovando meno spazio: Lo Faso, Saponara, Eysseric per citarne alcuni. Obiettivi stagionali? “Fare meglio del girone di andata. Gli ultimi due mesi di campionato possono fare la differenza in stagione. Non siamo soddisfatti della posizione in classifica della Fiorentina e vogliamo migliorarla“.

E sul ruolo di Federico Chiesa puntualizza: “Deve assolutamente stare vicino alla porta, ma non c’è alcun giocatore al mondo che possa permettersi di non fare la fase difensiva. Eccetto Messi, forse. E Chiesa non è Messi“. E poi chiude scherzando coi giornalisti in sala: “Così vi ho dato anche il titolo“.

Articolo precedenteFiorentina, un altro ex affila il sinistro: occhio a Ilicic, principe della Dea.
Articolo successivoAtalanta Fiorentina 1-1: tabellino, sintesi e highlights dei gol.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui