Come si legge su un’agenzia di Adnkronos la Lega Serie A potrebbe aver trovato le linee guida per la ripresa del campionato a fine maggio. Norme igieniche severe, controlli accurati e porte chiuse. Ecco i provvedimenti sui quali si lavora.

Se tutto andrà come sperato, aprile sarà il mese decisivo per poi passare alla “Fase 2” di ripresa parziale delle attività. Il calcio professionistico e in particolar modo la Serie A ha intravisto in fine maggio (24 o 31 maggio) le possibile date per la ripresa del campionato. Tutto dipenderà da come procederà l’emergenza coronavirus, ma intanto la FIGC si è posta come interlocutore di riferimento per la UEFA. La Serie A si è fermata per prima, potrebbe ripartire dando le linee guida anche ad altri campionati come la Bundesliga e la Premier League.

Protocollo ripresa Serie A

Stando a quanto si apprende da Adnkronos questo sarebbe il protocollo per riprendere il campionato di Serie A: “La sanificazione dei centri sportivi, il tampone ogni tre giorni ai giocatori, test anche ai familiari, test acquistati privatamente dai club. E ritiro delle squadre nella fase di ritorno agli allenamenti. Per poi stilare un nuovo e più stringente regolamento per la ripresa del campionato, nella speranza a fine maggio“. Un documento che dovrebbe essere condiviso anche con il ministro dello sport, Spadafora. Tale protocollo regolerà la ripresa delle attività sportive di gruppo con norme igieniche molto severe e con controlli serrati, mentre per la ripresa dell’attività agonistica i club sono divisi fra favorevoli e contrari.

Articolo precedenteSerie A, oggi assemblea straordinaria: fronti divisi fra club e calciatori
Articolo successivoIanis Hagi pronto al salto in Premier? Le parole dell’agente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui