ilmessaggero.it consiglia i giocatori spariti dai radar dei campi di gioco e ai margini delle rispettive rose per motivi più svariati. Ecco le ‘occasioni’ del calciomercato.

Serie A la formazioni dei desaparecidos

Marchetti (Genoa); Karsdorp (Roma), Caceres (Lazio), Ranocchia (Inter), Tavares (Sampdoria); Montolivo (Milan), Coric (Roma), Halilovic (Milan); Lapadula (Genoa), Destro (Bologna), Thereau (Fiorentina).

Fra di loro, giocatori di spessore nazionale e internazionale, come anche perfetti sconosciuti che nelle rispettive squadre non hanno avuto occasione di mettersi in mostra. I casi di Marchetti e Montolivo, ex azzurri, emblematici di una parabola in discesa dovuta a motivazioni diverse e sconosciute ai più. Per il portiere ex Lazio si parla di condizione fisica non al top, mentre il giovane Radu è nel frattempo esploso. Per il centrocampista rossonero i motivi sembrano essere ‘cose di spogliatoio’, perché Gattuso ha dimostrato di preferirgli qualunque soluzione tattica anche la più astrusa. Fra gli oggetti misteriosi invece il doriano Tavares mai sceso in campo con la Samp.

Anche nel reparto di attacco ci sono nomi che hanno fatto parlare, tanto e bene, di loro: 146 reti in Serie A fra Destro (66), Thereau (66) e Lapadula (14). In questa stagione tutti e tre a secco di reti, con un totale di 277′ minuti in campo in tre.

Ma sono davvero delle occasioni? Al di là del rendimento sotto tono, per usare un eufemismo, sul rilancio di questi giocatori pesa anche il loro stipendio. Difficile immaginare squadre, di seconda fascia, che possano darli spazio e farne il fiore all’occhiello del calciomercato con ingaggi come quello di Montolivo (3,5 mln), Cacares (1,7 mln), Destro (1,5 mln), e Marchetti (1,1 mln).

Articolo precedenteCalciomercato Fiorentina, cessioni sulle seconde linee per sfoltire l’attacco.
Articolo successivoCalciomercato, la partita dei terzini: comanda Giuffredi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui