Fabio Quagliarella dalla prima rete fra i professionisti nella Florentia Viola alla seconda giovinezza con la Sampdoria. Con la maglia dei blucerchiati la sua prima rete contro la Fiorentina.

Fiorentina e linea di investimento sui giovani: una storia abbastanza recente. Nel passato, quando la squadra dei Della Valle si chiamava Florentia Viola 1926, da questi parti passò infatti un giovane di belle speranze: Fabio Quagliarella, classe 1983. Ma allora non c’era il tempo per aspettare che le doti calcistiche del talento di Castellammare di Stabia maturassero. Ai gol del resto ci pensava il bomber Christian Riganò. Proprio il ‘Riga’ ha dichiarato al Secolo XIX: “Quagliarella? Ragazzo umile, serio e con un gran fiuto per il gol, avrei scommesso sulla sua esplosione… Mi colpiva la sua velocità nel girarsi e tirare da ogni posizione“.

Cresciuto nelle giovanili del Torino esordisce in serie A il 14 maggio 2000 con la maglia granata, ma nel 2002 fu dato in prestito alla Florentia Viola, militante in Serie C2. Dopo sei mesi fu restituito al Torino e per Quaglierella inizia la gavetta fra Serie C1 e Serie B. Quindi la Serie A e le grandi stagioni con Sampdoria e Udinese, poi il salto con Napoli e Juventus, quindi ancora Torino e di nuovo Sampdoria. Nel mezzo la Nazionale e tanti gol, 147 reti fra i professionisti, 120 nella massima serie.

A Firenze passa nel momento sbagliato, anche se Gino Salica e Giovanni Galli, che fecero di tutto per portarlo in riva all’Arno, erano pronti a scommettere sul giovane partenopeo. Una sola rete per Quagliarella in dodici partite nella stagione 2002/2003 in C2, ma importante perché di fatto è stata la prima rete fra i professionisti di quello che sarebbe diventato uno degli attaccanti più longevi della Serie A. Contro le sue ex squadre ha un debole, sono già sei le reti contro la Fiorentina. La prima l’ha segnata proprio con la maglia della Sampdoria.

 

Articolo precedenteBadelj capitano con la valigia: rinnovo o cessione? Le dichiarazioni di Corvino.
Articolo successivoNuovo stadio Fiorentina: proroga per il progetto al 31 ottobre 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui