Stefano Pioli alla presentazione ha esposto il suo credo: “Amore per la maglia, lavoro, fatica”. Il modulo e gli uomini.

Eccolo il nuovo allenatore della Fiorentina. Pacato e chiaro. Ha voluto fortissimamente Firenze, che definisce la piazza più emozionante della sua carriera. Promette lavoro e fatica. Nel passaggio chiave della sua motivazione spiega: “Allenare qui è sempre stato il mio desiderio“. Motivazione che cercherà anche nei suoi uomini. “Io da oggi chiamerò tutti i giocatori della Fiorentina… Chi vuole indossare questa maglia e sarà disponibile a dare tutto è benvenuto. Chiederò loro solo se sono felici di stare qui e pronti a dare tutto. Chi dirà di sì, lo allenerò con grande gioia. Chi ha dubbi deve chiarirli prima di partire per il ritiro. Voglio gente che dà l’anima“.

Per quanto riguarda la parte più prettamente tecnica ha detto di volere una squadra equilibrata e propositiva: “Vogliamo iniziare un nuovo percorso, prenderemo calciatori giovani e possibilmente italiani“. Il modulo? Quello a lui più congeniale: 4-2-3-1.

Ecco come La Gazzetta dello Sport disegna la prossima Fiorentina


Articolo precedenteFiorentina Primavera è finale scudetto: battuta la Juve ai calci di rigore
Articolo successivoFiorentina New Generation: l’ascesa dei figli d’arte. Chiesa, Sottil, Pioli…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui