Pioli in conferenza stampa anticipa temi tattici di Fiorentina Torino. Il tecnico gigliato è soddisfatto del cammino della squadra, anche se…

Fiorentina Torino sarà scontro diretto?

Sarà uno scontro diretto per la parità dei punti in classifica. Siamo appaiati a 13 punti, per il resto siamo agli inizi“. Concetto poi ribadito: “Nove partite su trentotto è ancora un orizzonte limitato. Le mie valutazioni saranno alla sosta di Natale, che quest’anno è spostata all’epifania“.

Valutazione sugli avversari come squadra e sui singoli: l’assenza di Belotti e la qualità di Ljajić.

Il Torino è una squadra attrezzata sull’Europa. L’assenza di Belotti pesa, ma mi aspetto una squadra comunque determinata“.

Ljajić, come già successo contro la Juve e Dybala, è un giocatore che lavora fra le linee. Rimanere corti è la soluzione per evitare di concedere spazi pericolosi“.

La preparazione di un trittico così ravvicinato. Titolari e panchina.

Oggi guiderò l’allenamento e domattina ci sarà la rifinitura. Poi sceglierò“.

Chi è entrato ha fatto bene, non solo Babacar… Così si fa. Ai ragazzi chiedo di mettermi in difficoltà nelle mie scelte“.

Babacar

Deve dimostrare di essere più bravo di chi gioca. Molto dipende dalle prestazioni di chi va in campo e di chi viene chiamato a giocare“. E per quanto riguarda il rigore che il giocatore voleva tirare domenica: “Ci siamo chiariti a fine partita. Non abbiamo avuto bisogno di ulteriori spiegazioni“.

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto

Bicchiere mezzo pieno. Siamo in crescendo. Dico che per essere pieno totalmente alla nostra classifica mancano tre punti: il pareggio contro la Sampdoria per quanto messo in campo e la vittoria contro l’Atalanta per i noti fatti (VAR n.d.r.)”

 

 

Articolo precedenteFiorentina e Torino: amici per affinità elettive, fratelli nel grande ‘odio’.
Articolo successivoMihajlovic e l’atto razzista dei tifosi laziali: “Anna Frank? Non so chi è”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui