Non è stato doping, questa la sentenza del TNA. Nessuna squalifica per Giuseppe Rossi, ma solo una nota di biasimo per il giocatore.

La sentenza del Tribunale Nazionale Antidoping è arrivata ieri e Giuseppe Rossi e i suoi fan, fra i quali tantissimi tifosi della Fiorentina, tirano un sospiro di sollievo. Il giocatore era risultato positivo al controllo antidoping effettuato il 12 maggio 2018 al termine della gara Benevento-Genoa. La sostanza contestata è il dorzolamide, un inibitore dell’anidrasi carbonica. Il Tribunale, che ha ascoltato Rossi ed il suo legale senza poi accogliere la richiesta della Procura per un anno di squalifica, ha stabilito che la sostanza era sì dopante, ma non c’era dolo. Di qui la nota di biasimo senza squalifica o sospensione.
Il giocatore non ha rilasciato dichiarazioni, ma lasciando l’aula soddisfatto ha dichiarato: “Sono felice. Giustizia è fatta“. Sul suo profilo Instagram ha invece postato una foto dell’esultanza dopo un gol in maglia viola, commentando così: “Oggi è finito un incubo di 4 mesi! . Adesso voglio pensare solo al calcio e continuare a fare quello che amo più di ogni altra cosa!“.
Articolo precedenteChiesa: le lacrime di Federico, la rabbia di Enrico, la difesa della Fiorentina.
Articolo successivo“Borja Valero? Un esempio per Chiesa”. Gli interisti con la sindrome della volpe e l’uva?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui