Luglio 2015 pare tutto fatto: Milinkovic Savic è in sede per firmare il contratto, ma qualcosa non funzionò. Domani il serbo è al Franchi con le aquile biancocelesti.

Mancava solo la firma. Tutti i dettagli erano stati definiti. Sei milioni di Euro al Genk e un riconoscimento del 40% sulla futura vendita del giocatore. Il ragazzo serbo allora aveva 19 anni. Nel Campionato del Mondo Under 20, vinto con la sua Nazionale, aveva dimostrato piedi buoni, temperamento e fisicità. La Lazio lo seguiva, ma la Fiorentina sembrava avere tutte le carte in mano per spuntarla. Eppure… Eppure fu Daniele Pradè a mettere fine alla farsa che si stava consumando nella sede della Fiorentina. Ai giornalisti assiepati ai cancelli per la fumata bianca dichiarò: “Il giocatore vuole pensare per situazioni familiari e personali… Ci ha chiesto di sostenere le visite mediche per poi parlare con la fidanzata e decidere. Siamo stati noi a dire basta…. Chi viene a giocare alla Fiorentina deve avere veramente la voglia di stare con noi“.

Dopo un primo anno di ambientamento, il talento del serbo quest’anno è esploso: 7 reti e 10 assist. Sempre più uomo partita. Con la Fiorentina pare avere un conto aperto: un gol al Franchi nel 2016 e due assist quest’anno all’Olimpico contro la squadra di Sousa. Sembrava fosse amore…

Articolo precedenteFiorentina Lazio conferenza stampa da record per Sousa: 7 minuti di nulla
Articolo successivoFiorentina Lazio la probabile formazione viola secondo Sky Sport, Eurosport, TuttoSport

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui