Fiato sospeso per i tifosi del Milan e anche per quelli della Fiorentina. Ieri a Nyon si è svolto il dibattimento per capire se il club rossonero potrà accedere alla prossima edizione dell’Europa League. In caso di squalifica, i viola sarebbero ripescati per i preliminari. Le date da segnare.

72 ore al massimo per conoscere la sorte del Milan. I cinque commissari della Commissione Giudicante dell’Uefa emetteranno entro venerdì la sentenza in merito alla presunta violazione delle norme relative al fair play finanziario negli anni 2014-2017. La squalifica pare certa. In quel caso il club rossonero giocherà la carta dell’appello al TAS, Tribunale Arbitrale dello Sport, dal quale arriverebbe una risposta definitiva entro la prima settimana del mese di luglio. Una mossa che consentirebbe al Milan di avere qualche chance in più, con il nuovo socio finanziario pronto a fornire adeguate garanzie.

Maxi squalifica?

Si era diffusa la notizia di una possibile squalifica aggravata per il Milan. Le prove della difesa erano sembrate poco convincenti alla Commissione, tanto da far pensare ad un inasprimento della condanna. Esclusione dalle coppe europee, maxi multa e prossimo rientro nelle competizioni internazionali sub iudice. Ovvero il Milan dovrebbe ancora una volta superare un esame dei conti prima di accedere ai palcoscenici internazionali.

Atalanta e Fiorentina e il sorteggio di Europa League

Intanto slitta a domani il sorteggio per i preliminari di Europa League, in programma dal 26 luglio al 2 agosto. Il sorteggio al momento riguarda l’Atalanta, settima in classifica di Serie A dietro al Milan. La Dea, se il Diavolo fosse escluso, accederebbe direttamente alla fase a gironi. La Fiorentina in quel caso andrebbe ai preliminari e dovrebbe rivedere le date della preparazione estiva, per essere pronta al debutto europeo.

 

Articolo precedenteChiesa a Capri scatena la fantasia dei tifosi e lui canta O’ Surdato ‘Nnammurato.
Articolo successivoNuova maglia Fiorentina 2018/19. Fashion vintage e identità cittadina. VIDEO e FOTO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui