Come riportato ieri dagli organi di stampa, Rocco Commisso era presente al Centro Tecnico Federale di Coverciano. Un’occasione per ribadire la sua posizione anche con i vertici del calcio italiano: “La Fiorentina deve essere rispettata“. Dura la risposta del presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, alle polemiche post Juventus Fiorentina: “Arbitri disgustati da questo comportamento“.

Le parole di Rocco Commisso al termine di Juventus Fiorentina hanno smosso il calcio italiano. Molti alti papabili sono intervenuti “a difesa del sistema“. Oggettivamente quale non si capisce, visto che – con termini più o meno opinabili – il presidente della Fiorentina ha chiesto solo oggettività di giudizio arbitrale sul campo.

Ciò premesso, ieri la querelle è continuata a Coverciano, centro di ‘potere’ dell’Italia pallonara, laddove Marcello Nicchi – presidente dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) – in giornata aveva risposto alle parole di Commisso. La riunione era stata propiziata dall’assegnazione del Premio Panchina d’Oro 2019, vinto da Gianpiero Gasperini che sarà ‘ospite’ al Franchi di Firenze sabato pomeriggio con la sua Atalanta.

Calcio italiano: levata di scudi allo sfogo di Commisso

Questa la dichiarazione di Nicchi sullo sfogo del presidente viola: “Io dico solo che gli arbitri italiani sono disgustati da questo comportamento“.

Intanto ieri Rocco Commisso a Coverciano ha avuto modo di incontrare i vertici del calcio italiano, fra i quali anche il presidente della FIGC, Gabriele Gravina: “E’ stato gentile con noi, mentre con Nicchi non ho parlato“. Il presidente della Fiorentina ci ha tenuto a ribadire la propria posizione: “Ci sono stati episodi contro il Genoa, contro il Napoli, contro l’Inter e poi contro la Juventus dove sono un po’ scoppiato. Forse dovevo scoppiare prima… Io voglio bene al calcio italiano, ma la Fiorentina deve essere rispettata. Non voglio favori da nessuno, ma credo che la città meriti rispetto da parte di tutti. Non più di tutti, ma uguale a tutti“.

E anche il numero 1 della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gravina, ha così commentato l’accaduto: “Lo sfogo di Commisso credo possa essere ritenuto legittimo da parte sua e non condivisibile da parte mia. Però capisco che in un momento di grande criticità forse anche per il risultato ci possono essere reazioni di questo tipo. Ma non può giustificare una alzata di toni come nelle ultime 24 ore. Eviterei polemiche sterili, in questo momento non fanno bene al mondo del calcio“.

Articolo precedentePolemiche Juventus Fiorentina: le dichiarazioni di Zazzaroni e Sconcerti
Articolo successivoGasperini: “Distendiamo gli animi, anche io ho esagerato. A Firenze per giocare”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui