Kalinic e il Milan si può fare, ma non adesso. I dirigenti rossoneri, volati nuovamente all’estero, lasciano il croato in sospeso.

L’affare si farà, ma non adesso. Il Milan ha preso tempo, in attesa del preliminare di Europa League (27 luglio / 4 agosto). Secondo i piani dell’attaccante croato il rientro in Italia avrebbe dovuto essere su Milano. Per visite e firme. E invece, la prossima tappa è Firenze. Kalinic dovrebbe tornare in gruppo con Pioli. La partenza di Mirabelli e Fassone per l’estero, ieri, ha sconvolto i piani di Kalinic e della Fiorentina. L’atteggiamento di gatto con il topo del Milan nuoce anche ai viola, in impasse per la ricerca del sostituto.

I rossoneri vogliono capire la situazione delle loro prime scelte, AubameyangBelotti, prima di concretizzare la trattativa per la punta gigliata. L’accordo c’è già. La distanza fra richiesta e offerta è minima, ma la squadra milanese ha in mano il pallino del gioco. Così Nikola Kalinic, arrivato dal Dnipro per 5 milioni di Euro, 33 gol in due stagioni alla Fiorentina, si trova parcheggiato nuovamente in una situazione scomoda per tutti.

Ci sarà da attendersi un nuovo comunicato sull’assenza per “motivi familiari” o per “indisposizione fisica“?

 

Articolo precedenteLarsson ‘Samba’ Sam: lo svedese dai piedi brasiliani che piace a Corvino.
Articolo successivoTatarusanu al Nantes. Il portiere in Francia per la firma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui