La partita tra Juventus e Fiorentina, si sa, non è mai una partita come le altre. Specie per i tifosi viola. La profonda rivalità sportiva tra le due tifoserie è ormai un marchio di fabbrica di questa sfida che, tra pochi minuti andrà in scena allo Stadium. La sconfitta di Coppa Italia contro l’Inter non ha spento l’entusiasmo viola: a Torino sono attesi più di 750 tifosi gigliati.

Attesi oltre 750 tifosi viola

Il lunch match di oggi, 2 febbraio, vedrà di fronte la Juventus di Maurizio Sarri e la Fiorentina di Beppe Iachini. Il tecnico viola, da quando siede sulla panchina gigliata, ha inanellato quattro vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, in Coppa Italia contro l’Inter. I buonissimi risultati ottenuti nel mese di gennaio hanno riacceso la passione dei tifosi fiorentini, sempre numerosissimi sia al Franchi, in occasione delle partite casalinghe, sia in trasferta. E anche oggi, a Torino, non saranno da meno. Secondo quanto riportato dall’ATF Associazione Tifosi Fiorentini, saranno circa 763 i tifosi della Fiorentina che oggi seguiranno la squadra di Iachini, alle 12:30, in quel di Torino nel settore ospiti dell’Allianz Stadium. Sono gli instancabili che, dopo la trasferta in notturna di mercoledì sera a San Siro in coppa Italia contro l’Inter, si sono messi nuovamente in viaggio questa mattina presto per raggiungere in tempo l’appuntamento torinese. Ottimi numeri in trasferta per una tifoseria, quella gigliata, sempre presente a sostenere la squadra.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Rivalità senza tempo

Quella tra Fiorentina e Juventus, checché se ne dica, non è mai una sfida come le altre, soprattutto per i tifosi viola. A causa dei pochi incroci recenti con il Pisa, altra storica rivale dei viola, la partita contro i bianconeri rappresenta ad oggi quella più sentita nel capoluogo toscano. Se c’è una cosa comunque che accomuna (stranamente) le due tifoserie toscane, è la profonda antipatia nei confronti della ‘vecchia signora’. La squadra strisciata di Torino è considerata un simbolo di potere incontrastato, che ha trasformato la Juventus in una squadra troppo “semplice” da tifare. E i recenti scandalosi accadimenti storici legati a Calciopoli di certo non aiutano. In tutto questo, se si prova a chiedere a cento tifosi viola la motivazione dell’odio sportivo viscerale nei confronti della Juventus, si avranno cento risposte diverse: dallo scudetto scippato all’ultima giornata nel 1982, al ‘caso’ Baggio. Una rivalità sportiva senza tempo che oggi conoscerà un nuovo capitolo della sua lunga storia.

Articolo precedenteJuventus Fiorentina: le scelte per le formazioni di Sarri e Iachini
Articolo successivoJuventus Fiorentina 3-0: per i bianconeri è sempre Pasqua

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui