Inter Fiorentina finisce con un ampio 3-0 per la Beneamata. Un parziale forse troppo severo per gli uomini di Pioli che pagano i primi 25 minuti di black out.

Il calcio è una questione di episodi. Se al rigore concesso ad Icardi fosse stato dato lo stesso peso di quello non concesso a Simeone. Se il tiro di Veretout fosse rimbalzato dal palo alla rete. Forse parleremmo di un’altra partita. Senza comunque cercare alibi, la giovane Fiorentina deve sicuramente registrarsi. Specie in difesa, dove la coppia Astori Vitor Hugo ha vissuto una serata infelice. Tomovic sulla destra non ha retto le incursioni delle frecce nerazzurre. Olivera sulla sinistra è parso onesto e poco più. A centrocampo, Sanchez è sembrato fuori dal match.

Inter Fiorentina, la pagella della squadra viola

Sportiello voto 6,5 – Poco da fare sulle prime due reti. Un rigore e un colpo di testa perfetto di Icardi. Rende il passivo meno pesante, con alcuni interventi importanti.

Tomovic 4,5 – Gli interisti sanno di poterlo puntare. C’è, purtroppo in negativo, sia sul 2-0 dell’Inter che sul gol in solitudine di Perisic per il definitivo 3-0.

Hugo voto 5 – Sul secondo gol Icardi stacca fra lui e Tomovic. Uccellandoli entrambi. Da rivedere, ma avrà bisogno di un altro Astori per fare fronte alla Serie A.

Astori voto 5,5 – Meno decisivo di come sa essere, nei recuperi. Un suo intervento un po’ scomposto su Icardi viene sanzionato con il penalty. 

Olivera voto 5,5 – Regge botta in difesa. Quando spinge non è preciso. Una prova onesta, ma dovrà crescere. Biraghi, intanto, incalza.

Sanchez voto 5 – Impreciso e rischioso in una zona nevralgica del campo. Sembra fuori luogo e molto solo, anche nelle poche idee di calcio che prova ad esprimere.

Veretout voto 6 – Lotta e corre. Qualche imprecisione nella cosa giusta da fare e un ritmo di gara da trovare. Nel finale stocca un tiro che prende il palo interno e passa alle spalle di Handanovic senza passare la linea di porta.

Dias voto 6,5 – La nota lieta. Non ha paura e prova sempre la giocata. Sua la cosa più bella. Dopo pochi minuti dal fischio di inizio, con un gioco di gambe, nasconde il pallone e si beve due avversarsi.

Benassi voto 5 – Fuori posizione. Mai nel vivo dell’azione. Nella ripresa al 55′ viene sostituito dopo un contatto con Valero. Entra Cristoforo (voto 6), che prova ad entrare subito nella partita. Smista molti palloni, ma senza grossi sussulti.

Eysseric voto 6,5 – Fra i migliori. Tocca un assist al bacio per Simeone, con parata di Handanovic. Cresce nella ripresa. Sulla strada giusta.

Simeone voto 6 – La solitudine lì davanti non lo spaventa. Lotta e impegna Handanovic di testa. Sul contatto molto dubbio con Miranda, la squadra del VAR gli dice no. Babacar voto 6 – La parata più difficile del portiere nerazzurro su un suo tiro della distanza, potente e preciso. Può giocarsi il posto, perché la porta la vede sempre.

Articolo precedenteInter Fiorentina 3-0. Commento e video sintesi della partita.
Articolo successivoGiovanni Simeone: “Lavoro e fiducia gli ingredienti per diventare grande”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui