Si ritrovano a Firenze. Dopo vicissitudini calcistiche simili. Luis Muriel e Vincenzo Montella pronti a continuare un connubio che il colombiano aveva definito importante.

Il calcio è davvero strano. Intrecci e colpi di scena da far impallidire la più improbabile delle soap opera. Così è anche in questo caso.

Luis Muriel e Vincenzo Montella si ritroveranno a Firenze. Entrambi reduci da un’esperienza non esaltante a Siviglia. L’attaccante colombiano, il cui cartellino è ancora di proprietà della società andalusa, aveva subito la pressione dell’ambiente mostrando solo a sprazzi la sua classe cristallina. Era stato proprio l’arrivo sulla panchina del Siviglia dell’ex tecnico di Fiorentina e Milan a dargli la forza di invertire la tendenza. Come aveva ammesso ai microfoni di ‘SFC Radio’: “L’investimento fatto dal Siviglia per acquistarmi mi aveva messo ansia addosso. Ma ho sempre continuato a lavorare duramente. L’arrivo di Montella è stato molto importante. Ha riposto fiducia in me e questo mi ha tranquillizzato“.

L’avventura di Vincenzo Montella sulla panchina del Siviglia è durata 4 mesi e si è conclusa con l’esonero. Luis Muriel fino a gennaio ne La Liga aveva raccolto 6 presenze e 1 gol, più 2 reti in Europa League, dal suo ritorno in Italia – con la maglia della Fiorentina – sono 6 le reti in Serie A e 2 in Coppa Italia. La speranza per la squadra viola è che l’inversione di tendenza sia la stessa anche per mister Montella che torna ad allenare i viola dopo essere stato malamente esonerato – con un duro comunicato stampa (sic!) – dai Della Valle nel 2015.

E poi non ci raccontate che il calcio non è strano…

Errebì72
Articolo precedenteMontella Day? Manca ancora il comunicato, queste le indiscrezioni.
Articolo successivoMontella a Firenze, le prime parole. VIDEO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui