Esiste il rischio che il campionato di calcio di Serie A possa essere sospeso? La domanda se la pongono in tanti di fronte alla diffusione del coronavirus. Un dubbio a cui il presidente della Figc Gabriele Gravina ha dato una risposta piuttosto chiara.

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato ai microfoni della Rai rispondendo anche ad una domanda che nelle ultime ore sta circolando con sempre maggiore insistenza. Cosa succederebbe se un calciatore di Serie A dovesse contrarre il Coronavirus?Non possiamo escludere la sospensione del campionato. Non possiamo escludere nulla, né azzardare ipotesi che ad oggi non riusciamo a prevedere. Ma dobbiamo essere realisti, il rischio nel caso qualche giocatore risulti positivo è reale“. E il potenziale rischio si estende a dirigenti e dipendenti dei club in questione.

E qualora questo accadesse “adotteremo tutti i provvedimenti necessari per garantire prima la tutela dei nostri atleti e poi capire cosa si può fare e che impatto può avere sulla competizione sportiva… Non possiamo escludere neanche sospensione del campionato”. Si tratta di una situazione non troppo remota visto che i calciatori, nonostante si differenzino dalla gente comune per gli stipendi ingenti e la vita da sportivi, vivono vite normali in contesti comuni, a contatto con le persone.

Articolo precedenteUdinese Fiorentina: Nestorovski e Cutrone chiedono spazio
Articolo successivoKoulibaly al PSG? Il Napoli ha 2 obiettivi in casa Fiorentina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui