Il calciomercato della Fiorentina è fermo al palo. Mario Pasalic erede designato di Milan Badelj è a un passo dall’Atalanta. Gli orobici sicuri almeno dei preliminari di Europa League. I viola in attesa della decisione del TAS di Losanna giovedì 19 luglio. Per Pjaca oggi incontro con la Juventus?

Pasalic è il dopo Cristante all’Atalanta, mentre la Fiorentina è ancora senza un dopo Badelj. Ieri il sorpasso decisivo della squadra bergamasca per il centrocampista croato del Chelsea. Tutto da rifare quindi per Corvino e per gli uomini mercato viola? Mentre si complica anche l’affare Pjaca. La Fiorentina ha l’ok del giocatore ma c’è ancora distanza fra richiesta della Juventus e offerta della Fiorentina. Una valutazione del cartellino per fare pari con quanto sborsato dai bianconeri due anni fa per il talentuoso attaccante: 23 milioni di Euro e diritto di ricompra. Pantaleo Corvino resta fermo sulla proposta di un prestito oneroso con diritto di riscatto. Oggi dovrebbe essere programmato un incontro fra le parti, perché la Fiorentina ha fretta di capire e intanto alcune squadre di Premier League restano alla finestra per gli sviluppi su Pjaca.

La Fiorentina non ha la liquidità per competere per affari di una certa rilevanza. Come ha sottolineato Calamai a Radio Blu: “I viola si devono ingegnare per forme di pagamento diverse“. E tutto si complica quando dall’altro lato del tavolo ci sono grandi club come Juventus e Chelsea. Anche l’esperto di mercato Pedullà a Radio Bruno ha rimarcato lo stretto budget che limita le operazioni di Corvino. La soluzione? “Vendere Eysseric e Saponara garantirebbe almeno i fondi per il regista“.

Intanto si attende la decisione del TAS di Losanna per quanto riguarda la squalifica dall’Europa League comminata dalla UEFA al Milan. Il subentro del fondo Elliott e il programma di risanamento debitorio e di investimenti sul marchio, è una carta a favore dei rossoneri. Si respira aria di ottimismo a Milanello per giovedì 19 luglio.

La Fiorentina – possibile ripescata in caso di conferma di squalifica – comunica sul proprio sito che il 5 agosto sarà impegnata a Mainz nell’Opel Cup. La partecipazione europea dei viola, lo ricordiamo, avrebbe inizio il 26 luglio con l’andata del secondo turno preliminare e ritorno il 2 agosto. In casa viola quindi si comincia a fare i conti anche con l’ipotesi di ribaltamento della sentenza UEFA. Con il rischio di un’ulteriore batosta per il calciomercato, dove la Fiorentina continua a perdere appeal per giocatori di qualità.

Articolo precedenteFiorentina realtà e fantamercato: Ceccherini c’è, Pasalic aspetta Sarri, Pjaca perde il numero.
Articolo successivoCorvino, Della Valle, il budget e gli obiettivi… un anno dopo. VIDEO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui