Due partite e zero punti. Abbonamenti inferiori alla stagione in C2. Il tesoretto di Corvino. Ecco i numeri della Fiorentina.

Campionato – Stagione 2006/2007, undici anni fa, la Fiorentina perde contro l’Inter e poi contro il Livorno. Poi cinque vittorie consecutive e 6° posto finale. In panchina Prandelli, in campo fra gli altri Toni, Frey e Mutu. Oggi, con una rosa così rivoluzionata, i numeri di inizio campionato inquietano di più: 0 punti, 5 gol subiti (2 su rigore), 1 solo gol realizzato.

Abbonamenti – Ieri sera il Franchi ha sostenuto a piena voce la squadra. I ragazzi di Pioli ci hanno messo foga e voglia, sprecando più volte la possibilità del pareggio. Dal ritiro di Moena, i tifosi sono stati chiari e coerenti: chi indossa quella maglia con onore, avrà pieno appoggio. Però Firenze si è messa sulla difensiva, dopo i tentennamenti della società. Così la fiducia degli abbonati registra un netto calo. 16.568 abbonamenti per la stagione 2017/2018 (dato ufficiale). Furono 16.648 in C2 e quasi 20.000 lo scorso anno.

Il tesoretto di Corvino – Una prima parte di calciomercato con cessioni rumorose ed eccellenti. Poi Corvino ha rimpolpato la squadra con innesti giovani o alla prima esperienza in Serie A. Lo zoccolo duro è formato da Astori, Tomovic, Sanchez, Cristoforo, Badelj, Chiesa e Babacar. 150 milioni di Euro incassati e circa 70 quelli già spesi tra acquisti e riscatti. Non tutto il lauto avanzo è spendibile nel calciomercato, perché buona parte saranno messi a bilancio o per sanare debiti o per accantonamento. Ma c’è un buon margine, oltre 30 milioni di Euro, per qualche acquisto last minute. Inutile dire che a Firenze si aspetta come la manna dal cielo un terzino e magari un centrocampista in grado di garantire la qualità di Badelj.

Articolo precedenteFiorentina Sampdoria 1-2. Highlights e commento. Adesso pazienza e… punti.
Articolo successivoCalciomercato Fiorentina: Corvino corre ai ripari. Arriva Vincent Laurini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui