Montiel classe 2000 è la sorpresa positiva dal ritiro di Moena. Spagnolo di Maiorca è approdato alla Fiorentina attraverso Fali Ramadani. Mancino dal tocco purissimo, ha nel fisico gracile il suo punto debole. Futuro in prima squadra o nella Primavera?

La recente delusione di Ianis Hagi insegna che coi giovanissimi bisogna andarci cauti. Ma Cristóbal Montiel Rodríguez, semplicemente Tofol, ha tutto per far sognare gli innamorati del calcio poesia. Sinistro telecomandato per assist e passaggi smarcanti su azione e su palle inattive, giochi da funambolo con il pallone, tempi di gioco e personalità. Quella che gli ha permesso di emergere nel ritiro della Fiorentina a Moena, dove ha incantato sia i tifosi che gli addetti ai lavori.

Pantaleo Corvino ha sborsato 2 milioni di Euro di clausola rescissoria al Maiorca per portare il ragazzo a Firenze, con un contratto di cinque anni. La scuderia è quella del fidato Fali Ramadani. Nato l’11 aprile 2000, è alto 1,78 e ama muoversi fra le linee sulla trequarti. Un fantasista dal fisico esile, forse troppo per il calcio moderno. Ad osservarlo nelle prime uscite della Viola sia Emiliano Bigica allenatore della Primaversa che Stefano Pioli. Allo studio un programma di inserimento tattico e di potenziamento fisico per il magrolino spagnolo. La possibilità che Montiel sia spesso aggregato alla prima squadra c’è. Senza troppi assilli e senza paragoni ingombranti.

Articolo precedenteLa Fiorentina chiude per Gerson, mattatore al Franchi. VIDEO.
Articolo successivoFiorentina, ecco Norgaard. I dettagli della trattativa, le caratteristiche tecniche. Video.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui