Il prossimo calciomercato Fiorentina dovrà iniziare dalla ‘cernita’ dei giovani. Ecco una lista parziale delle promesse mantenute, di quelle disattese e di quelle da rivedere. Al loro fianco saranno necessari giocatori di esperienza anagrafica e sul campo.

La linea della Fiorentina per il prossimo calciomercato è chiara. Qualche punto fermo e di esperienza, almeno uno per reparto e tanta gioventù. I punti fermi per la prossima stagione dovrebbero essere i vari Pezzella, Benassi, Muriel, mentre pesa tanto l’incognita sul futuro di Chiesa ovviamente… Intanto i primi acquisti ‘verdi’ – Traoré classe 2000, Rasmussen e Zurkowski – si aggiungono ad una lunga lista di promesse lanciate in prima squadra nelle ultime due ultime stagioni e ad un’altrettanto lunga lista di meteore disperse.

E non ci riferiamo soltanto ai giocatori della Primavera, per i quali il salto nel professionismo è tutto una scommessa, ma anche a calciatori arrivati ad ‘annusare’ la prima squadra e poi spediti in prestito o peggio accantonati. Fra questi ultimi il primo nome è quello di Martin Graiciar, classe 1999, attaccante ceco arrivato in maglia viola nell’estate 2017. Inviato in prestito allo Slovan Liberec, da quando è tornato alla base ha fatto qualche apparizione nella lista dei convocati e nulla più. Il direttore Corvino qualche giorno fa ha incontrato il suo agente: la volontà della società sarebbe quella di mandarlo in Serie B in prestito, ma il giocatore spinge per una cessione all’estero. Rispedito al mittente? All’estero e precisamente in Olanda si trova il norvegese Rafik Zekhnini, classe 1998, che ha ottenuto la promozione in Eredivisie con la maglia del Twente con la quale ha maturato 27 presenze impreziosite da 6 gol e 4 assist. Su di lui erano state spese parole importanti quando arrivò in maglia viola, seguito a Moena anche dalla stampa nazionale. Da rivedere.

I giovani viola in prestito

E poi ci sono i prestiti nazionali importanti. Come il portiere polacco Bartłomiej Drągowski, classe 1997, in prestito all’Empoli. La Fiorentina dovrà valutare il da farsi perché la scelta di due giovani portieri – Lafont e Drago – in competizione non giova, come non giova la scelta di tenere in panchina un potenziale inespresso. In prestito al Pescara, Serie B, è anche Riccardo Sottil classe 1999 che ha recentemente siglato la sua prima rete fra i professionisti nel pareggio per 1-1 contro l’Hellas Verona. Sta facendo molto bene con la Cremonese in Serie B Gaetano Castrovilli. Talento puro, il giocatore pugliese sta attirando le attenzioni di club importanti come Sassuolo e soprattutto Atalanta. Con la Fiorentina ha un contratto fino al 2021 e anche per lui sta arrivando il tempo delle decisioni.

I Primavera papabili

Montiel e Vlahovic sembrano già fuori categoria nel campionato Primavera, ma sia per l’uno che per l’altro sarà solo il campo e la prova fra i grandi a dire la verità. Lo spagnolo è un peso piuma che nel calcio moderno può fare fatica, mentre il serbo ha dimostrato una grinta e una determinazione già da professionista. Da quando è arrivato Montella, Beloko si è subito guadagnato la convocazione in prima squadra. Stando a quanto dichiarato dal tecnico viola il prossimo potrebbe essere Koffi.

 

Articolo precedenteFiorentina Sassuolo: convocati, probabili formazioni e… ‘clima freddo’
Articolo successivoFiorentina, fronte del tifo: sciopero della Curva Fiesole.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui