Se la Viola piange, gli azzurri non ridono. Così le formazioni di Fiorentina Empoli presentano ancora parecchi punti interrogativi. Ecco i ballottaggi e le probabili formazioni, ad oggi. Per Pioli assenze pesanti fra i titolari. Per Iachini il dubbio riguarda le condizioni di Pasqual.

Probabile formazione Fiorentina

Pioli fa a meno Edimilson, Milenkovic e Veretout. Il serbo e il francese sono rispettivamente due cardini della difesa e del centrocampo gigliato. Sarà lanciato nella mischia Norgaard, arrivato con l’etichetta di sostituto di Badelj ma finora sempre relegato ai margini della formazione titolare. La difesa sembra invece non presentare punti interrogativi, con Laurini schierato titolare per la seconda gara consecutiva al posto dello squalificato Milenkovic. Davanti sono da monitorare le condizioni di Chiesa. Pjaca sembra destinato mestamente alla panchina per lasciare spazio a Mirallas ringalluzzito dal gol del pareggio allo scadere contro il Sassuolo.

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Laurini, Pezzella, Hugo, Biraghi; Benassi, Nordgaard, Gerson; Chiesa, Simeone, Mirallas.

Probabile formazione Empoli

Il dubbio per Iachini si chiama Manuel Pasqual. Con il nuovo tecnico in panchina l’ex capitano della Fiorentina ha ritrovato il ruolo da titolare e la fascia da capitano. Il terzino sinistro è uscito per un fastidio muscolare durante il match contro il Bologna. Stringerà i denti per esserci al Franchi davanti ai suoi ex tifosi. In caso di forfait si scalda Antonelli anche lui non al massimo della condizione. A centrocampo anche il bosniaco Krunic sembra aver risentito della gara contro i felsinei, ma difficile che possa mancare quella che da queste parti è considerata la partita dell’anno. In avanti il tandem La Gumina Caputo, in forma e pronto a pungere una difesa viola non più così impenetrabile.

Empoli (3-5-2): Provedel; Veseli, Maietta, Silvestre; Di Lorenzo, Krunic, Bennacer, Traoré, Pasqual; La Gumina, Caputo.

Articolo precedenteGoogle Trends 2018: Astori, Ronaldo e le altre ricerche degli italiani.
Articolo successivoFiorentina su Fassnacht: il ruolo, l’idolo, le concorrenti sul mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui