Con tutta probabilità Udinese Fiorentina, in programma sabato pomeriggio alle 18, si giocherà a porte chiuse. La Fiorentina, quindi, dovrà fare a meno dei suoi tifosi, ma anche di Dalbert, squalificato dopo l’espulsione rimediata sabato scorso contro il Milan.

Il quotidiano La Nazione oggi in edicola analizza la situazione relativa all’emergenza coronavirus che sta toccando anche il mondo del calcio. Con tutta probabilità, la maggior parte delle gare di Serie A si giocherà a porte chiuse, e una di queste è proprio Udinese Fiorentina. Nessun sostenitore, quindi, di casa o ospite, potrà entrare allo stadio. Era successo già nel febbraio 2007 che Fiorentina e Udinese si sfidassero senza tifosi. La decisione di lasciare fuori il pubblico fu conseguente agli incidenti che portano alla morte dell’ispettore Raciti. A restare deserto, in quella circostanza, fu il Franchi, con una parte della tifoseria che decise comunque di ritrovarsi di fronte alla curva Fiesole cercando di far sentire la loro presenza alla squadra.

Nessuno stavolta si muoverà da Firenze. Sono già stati venduti un centinaio di biglietti e nelle prossime ore il gestore online che si occupa della distribuzione dei tagliandi dovrebbe procedere al rimborso della somma spesa. Possibile che gruppi di tifosi possano ritrovarsi per assistere insieme alla gara dalla tv. Sarà un pomeriggio un po’ vintage con la speranza di poter assistere ad un nuovo successo esterno dopo quello di Marassi.

Dalbert squalificato per un turno

Oltre al proprio pubblico, la Fiorentina di Beppe Iachini dovrà fare a meno anche dell’esterno brasiliano Dalbert. E’ stata resa nota la delibera del Giudice Sportivo relativamente alla sesta giornata di ritorno di Serie A. Un turno di squalifica al difensore viola Dalbert, espulso contro il Milan “per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete“. Il brasiliano di proprietà dell’Inter ha fermato fallosamente Ibrahimovic, diretto da solo verso la porta difesa da Dragowski.

Articolo precedenteRibery torna a correre: rientro previsto per Parma Fiorentina [VIDEO]
Articolo successivoPedro e Boateng: ex viola alla ribalta, ma senza rimpianti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui