Djokovic, il messaggio d’addio è commovente: mondo del tennis incredulo

Dopo aver perso in maniera sorprendente all’Indian Wells con il nostro Luca Nardi, Novak Djokovic è stato protagonista di un messaggio d’addio.

Dopo la grandissima epoca dei Big Four (ovvero Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic ed Andy Murray), il tennis sta vivendo un’altra fase della sua incredibile. Il nostro Jannik Sinner e Carlos Alcaraz, infatti, stanno pian piano prendendosi la scena, sfruttando anche il ritiro del tennista svizzero e guai fisici di Rafael Nadal ed Andy Murray.

Messaggio per Djokovic
Il mondo del tennis è incredulo per un messaggio d’addio che riguarda Novak Djokovic (LaPresse) gazzaviola.it

Quest’ultimo, nel corso del match contro Tomas Machac all’ultimo Miami Open (vinto poi da Jannik Sinner), ha subito un duro infortunio alla caviglia che lo farà stare lontano dai campi per un bel pò. Mentre Rafael Nadal, proprio in questi ultimi giorni, ha annunciato che non parteciperà al prossimo Master 1000 di Montecarlo a causa dei suoi soliti problemi fisici.

Tra i Big Four, di fatto, è rimasto solo Novak Djokovic. Basti pensare che l’anno scorso ha vinto la bellezza di ben tre Slam su quattro, l’unica finale in cui ha dovuto alzare bandiera bianca è stata quella di Wimbledon persa contro Carlitos Alcaraz. Tuttavia, dopo aver perso all’Indian Wells con il giovanissimo italiano Luca Nardi, per il serbo è tempo di un messaggio che ha sconvolto l’intero mondo del tennis, e non solo.

Ivanisevic saluta Djokovic: “E’ stato davvero emozionante allenarlo, ma ci eravamo stancati l’uno dell’altro”

Goran Ivanisevic, infatti, ha annunciato con un lungo messaggio la fine del rapporto lavorativo con Djokovic: “E’ stato davvero emozionante, un grande onore ed una grande responsabilità. Ringrazierò per sempre Novak per l’opportunità che mi ha dato e nessuno potrà toglierci i risultati che abbiamo raggiunto insieme”.

Ivanisevic non è più l'allenatore di Djokovic
Goran Ivanisevic ha comunicato che non è l’allenatore di Djokovic (LaPresse) gazzaviola.it

L’intervento dell’ex tennista croato poi continua: “Lui si è stancato di me ed io mi sono stancato di lui. Il nostro rapporto lavorativo non è mai stato turbolento. Si sa che Novak è così, si è comportato alla stessa maniera con me, Vajda o Boris Becker. Le sue urla? Non mi hanno mai disturbato, poi ne sentivo la metà”.

Le dichiarazioni di Goran Ivanisevic sulla conclusione del rapporto lavorativo con Djokovic, dunque, si sono concluse così: “Ci siamo guardati in faccia dopo lIndian Wells ed abbiamo confessato i nostri stati d’animo. Novak riesce ad essere ancora più se stesso quando non sono accese le telecamere. E’ una grande persona, ero pronto a morire per lui se fosse stato necessario”.

Impostazioni privacy