Da Nicola Berti a Federico Bernardeschi. Ecco i giocatori marchiati come traditori dai tifosi viola.

Storie di tradimenti calcistici. Di sotterfugi e di bugie. Di amori folli sfociati poi rabbia. Ecco i giocatori che per i tifosi viola si meritano il nono cerchio dell’Inferno di Dante. L’Antenora, dove si troviamo qui infatti i traditori della patria, della città e della propria parte.

Nicola Berti, il primo ‘mercenario’.

Tre anni alla Fiorentina fra il 1985 e il 1988 prima di rifiutare il rinnovo e accettare la ricca proposta dell’Inter. Il ritorno al Franchi, il 12 febbraio 1989, si rivela molto difficile. Appena mette piede in campo, la Fiesole gli intona: “Questa è la storia di un mercenario che gioca solo pensando all’onorario. Lui non ha cuore, non ha orgoglio: lui pensa al portafoglio. Ogni domenica gioca a Milano, Nicola Berti l’ha fatto per il grano…“. Berti non vede palla e quando gli capita viene bombardato dai fischi di tutto lo stadio. Viene sostituito dopo mezz’ora scarsa di gioco. Le prima corna non si scordan mai…

nicola berti inter derby in bianco e nero

Roberto Baggio. Il rigore. La sciarpa viola.

Firenze amò Baggio di un amore folle. Perché Baggio rispecchiava nel calcio, la bellezza che i fiorentini hanno negli occhi. Quando passò alla Juventus, il 18 maggio 1990, la città impazzì. Per quello che fu considerato l’ennesimo furto subito dalla Vecchia Signora. Dopo lo scudetto scippato nel 1982. Il 6 aprile del 1991 Roby Baggio torna a Firenze. Da avversario, con la maglia più odiata. La Fiesole per l’occasione sfoggia una delle coreografie più belle di sempre con i monumenti di Firenze. Baggio rifiuta di tirare un rigore. Lo tira De Agostini. Lo para Mareggini. Il Divin Codino viene sostituito per manifesta tempesta emotiva. Quando esce, si ferma a raccogliere una sciarpa viola lanciata dagli spalti. Calcio poesia!

roberto baggio fiorentina juventus sciarpa fiorentina

Marco Rossi e le maglie della vergogna.

Nel gennaio 2002 chiede la rescissione del contratto dalla Fiorentina, per il mancato pagamento di 25.000 Euro in premi partita. Il gesto equivale alla messa in mora della Società. La rottura di un patto d’onore con i compagni. Il tradimento della maglia. Al giocatore e ad altri 6 compagni (Gomes, Baronio, Cois, Morfeo, Pierini, Amoroso) viene consegnata la ‘maglia della vergogna‘. Le consegna Marzio Brazzini, presidente dei “Vecchi ultras ’73”. Sette maglie bianche con dietro il nome scritto in malo modo. Sul davanti la scritta “indegno”. Il simbolo dell’euro al posto del giglio della Fiorentina. Altri tempi…

marco rossi capitano genoa esultanza

Riccardo Montolivo e la voglia di Camp Nou.

Nell’estate del 2011 il giocatore avrebbe rifiutato un’offerta della Roma. La sua volontà Quella di svincolarsi l’anno successivo a parametro zero, per scegliere squadre di maggior prestigio. A settembre 2011 Montolivo si supera. Il Milan pareggia 2 a 2 al Camp Nou contro il Barcellona. Tra i titolari, Nocerino. Durante un incontro con Della Valle, pare che Montolivo si lamenti della sua situazione affermando: “Non posso vedere Nocerino che gioca al Camp Nou mentre io sto qui“. Ma mi faccia il piacere!

Riccardo Montolivo Milan

Federico Bernardeschi e il sogno della 10 bianconera.

Siamo ai giorni nostri. Bernardeschi è il fiore all’occhiello del vivaio della Fiorentina. Si è preso la maglia numero 10 viola e dice di voler lasciare il segno. Come Antognoni. Come Baggio. Al momento dell’offerta del rinnovo di contratto – 2,5 milioni di Euro annui e la fascia di capitano – prende tempo. Gioca gli Europei U21 e non si presenta in ritiro a Moena. Due giorni fa la firma con la Juventus. Il suo procuratore Bozzo dichiara, dopo il trasferimento, che il giocatore voleva soltanto la maglia bianconera, con una trattativa durata oltre 8 mesi. E chi ti aveva chiesto nulla?

bernardeschi bugie maglia fiorentina

Articolo precedenteBernardeschi su Instagram: “Grazie alla Fiorentina per avermi cresciuto”.
Articolo successivoSaponara: la maglia numero 10 per il riscatto e il sogno mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui