Da quando è tornato in Brasile, esattamente al Flamengo, l’ex attaccante della Fiorentina Pedro ha ritrovato la verve perduta nei mesi passati sull’Arno. Il d.s. del Flamengo, Spindel ha dichiarato che sul centravanti brasiliano non pende nessun diritto di recompra da parte della Fiorentina.

Dopo soli cinque mesi passati in viola, l’attaccante brasiliano ex Fluminense Pedro è tornato in Brasile per ritrovare serenità e prestazioni. E ci è riuscito a pieno, mettendo a segno gol e assist a raffica che hanno permesso al Flamengo di vincere Recopa Sudamericana, Supercoppa nazionale e la Coppa Guanabara. Il direttore sportivo del Flamengo Bruno Spindel ha rilasciato un’intervista a calciomercato.com nella quale ha parlato anche dell’acquisto di Pedro e dell’assenza del diritto di recompra da parte della Fiorentina. Queste le sue parole: “I giocatori sono sempre determinanti in queste trattative. A noi Pedro è sempre piaciuto; un grande attaccante, moderno e con le caratteristiche che piacciono al nostro allenatore”.

“Poi però – ha continuato il d.s. rossonero – con il Fluminense sapevamo che non sarebbe stato facile trattare e così la Fiorentina ha avuto la meglio. Nel dicembre scorso quando abbiamo capito che c’erano margini e sapendo del desiderio forte del giocatore di vestire la nostra maglia ci siamo fatti vivi e abbiamo cominciato la trattativa. Il contro-riscatto? No, questo non mi risulta. Pedro è in prestito oneroso e alla fine del periodo stipulato potremo esercitare o meno il diritto di acquisto, senza obbligo da parte nostra, né possibilità di rilancio da parte della Fiorentina. Saremo noi a decidere, ovviamente sentito anche il giocatore“.

Articolo precedenteRibery è pronto a tornare: il suo futuro sarà ancora in viola
Articolo successivoPorte chiuse per i recuperi di Serie A, Udinese-Fiorentina alle 18

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui