Conferenza di fine mercato per Corvino e Freitas. Il direttore ha spiegato numeri e strategie del calciomercato della Fiorentina.

Nella sala stampa “Manuela Righini” allo stadio Franchi, Corvino e Freitas raccontano l’ultimo mese e mezzo di lavoro frenetico. Un bilancio di fine mercato e non solo.

Trentadue le operazioni concluse in uscita e circa venti in entrata. Sul come e sul perché, queste le parole del direttore generale. “Le cessioni sono state in alcuni casi su input societario per giovani e meno giovani che volevano andare a misurarsi da altre parti. In altri casi le abbiamo accettate perché qualcuno ha detto: basta. E lo abbiamo apprezzato. Le cessioni eccellenti? Abbiamo preso atto del loro basta. Per qualcuno non abbiamo invece apprezzato il modo in cui ha detto basta“.

Alla fine della stagione passata la svolta nella strategia. “Era giusto voltare pagina. Serve un nuovo ciclo. Volevamo e vogliamo partire da chi avvertiva il senso di un nuovo capitolo. Sono andato per esempio qualche mese fa dal mio capitano a scadenza (Gonzalo Rodriguez, n.d.r.) per proporgli 2 milioni e 700 mila euro lordi. Questa proposta non è stata presa in considerazione e ha dato adito a pensieri polemici. Allora ci siamo guardati in faccia con Freitas e abbiamo deciso di ripartire in un certo modo“.

I numeri della Fiorentina dicono la verità sulla sua reale portata. “La Fiorentina come entrate si aggira sui 90 milioni di euro. Per un club che lotta per l’Europa e fattura 400 milioni è un conto, noi ne fatturiamo 90. Il 75% è stato investito per gli acquisti, l’altro serve per sostenere il comparto aziendale. Altrimenti si fanno danni sulla parte sportiva“.

Sulla disaffezione della famiglia Della Valle. “La mia proprietà e Diego Della Valle non li ho mai sentiti così vicino, neanche prima. A dimostrazione di quanto tengano alla Fiorentina“.

Quale obiettivo per questa stagione? “Abbiamo programmato e deciso di ripartire con un nuovo ciclo. L’obiettivo? Vediamo strada facendo“.

La parola adesso passa al campionato: giudice unico di tutti i numeri e di ogni strategia.

Articolo precedenteCognigni al lavoro: si cerca la banca responsabile per la vendita della Fiorentina.
Articolo successivoLo Faso: nel Palermo come Robinho. Il video della freccia del Sud di Corvino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui