Federico Chiesa sta disputando una stagione a corrente alternata. Dopo un inizio travagliato dagli infortuni, l’attaccante della Fiorentina è in crescendo e spera di essere un punto di forza dell’Italia ai prossimi campionati di Euro 2020.

Da ormai qualche anno a questa parte, a Firenze un calciatore sgomita per riuscire a farsi notare, sia per rendimento che per carattere. Stiamo parlando di Federico Chiesa, attaccante esterno della Fiorentina in grado di seguire le orme tracciate dal padre Enrico nel club viola e in altre società della Serie A italiana. Nonostante in questo momento le cose non vadano benissimo per la squadra toscana, che si trova nella metà bassa della classifica, il talentuoso attaccante esterno classe 1997 spicca come uno dei calciatori italiani dal miglior rendimento in questo momento.

Chiesa jr è da mesi ormai parte integrante del blocco della Nazionale maggiore allenata da Roberto Mancini, il quale non lo ha convocato a novembre per un infortunio ma lo reputa uno dei titolari inamovibili della sua squadra. Azzurri che sono chiamati ad essere protagonisti ai prossimi campionati europei di Euro 2020 in programma il prossimo giugno.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Grazie a tutti per gli auguri! ❤️

Un post condiviso da Federico Chiesa (@fedexchiesa) in data:

Chiesa vuol convincere Mancini a puntare su di lui

Ed è proprio con questo obiettivo in mente che Chiesa si sta dedicando anima e corpo alla Fiorentina, con la speranza sia di portarla quanto più in alto in classifica sia di confermare la sua presenza alla grande kermesse continentale. Lo stimolo di disputare la prima grande competizione in maglia azzurra è accompagnato dalle buone chance che ha la nazionale di Mancini di far bella figura all’Euro 2020, come ben si può evincere dai pronostici delle scommesse di bet365 online.

La forza dell’Italia risiede proprio nei giovani di belle speranze come Chiesa, Romagnoli, Donnarumma, Barella e Castrovilli i quali hanno ormai fatto progressi a livello mentale e sono adesso disponibili per contribuire alla rinascita di tutto il calcio tricolore. Dopo la sorprendente eliminazione dal mondiale del 2018 in seguito al tonfo contro la Svezia, la Nazionale azzurra riparte dunque da Mancini e da un suo manipolo di fedelissimi pronti a dare il massimo per vendicare l’onore della nazionale.

Azzurri mix di gioventù ed esperienza

In effetti, il gruppo forgiato dal Mancio è composto dal giusto mix di ragazzi di talento e senatori con l’esperienza e la concretezza giuste per fare da punti di riferimento in campo. Dopo il ritiro di Gianluigi Buffon dalle competizioni con la nazionale, il capitano incaricato di trascinare la truppa azzurra all’Euro sarà quel Giorgio Chiellini, pronto a riprendersi quanto prima dall’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fermo per gran parte di questa stagione. Saranno gli elementi come lui a dover guidare i meno esperti sia in campo sia nello spogliatoio.

Mentre in attacco sulle corsie esterne si profila una concorrenza che può fare solo bene alla Nazionale Italiana: da Insigne a Bernardeschi, passando per l’esordiente Orsolini e ancora Berardi ed El Shaarawy… Chiesa dovrà dimostrare con la maglia azzurra di essere finalmente arrivato a un livello di gioco degno del palcoscenico internazionale. Ritrovando quella velocità e quella capacità esplosiva di strappare che lo hanno posto sotto i riflettori del calcio nostrano.

E adesso il talento viola ha davanti a sé l’occasione della vita per far vedere all’Europa e al mondo intero di cosa è capace. E chissà che, con un po’ di fortuna, non possa aiutare l’Italia a tornare a casa con uno storico trionfo…

Articolo precedenteCecchi Gori, solidarietà del mondo del cinema: “Non merita il carcere”
Articolo successivoVicepresidente Udinese: “A porte chiuse sarebbe stato penalizzante”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui