Tanto, troppo clamore intorno al campione della Fiorentina, Federico Chiesa. Dopo le parole di fuoco di Gasperini e le polemiche per la presunta simulazione, ecco le reazioni del giocatore e della sua famiglia. ACF Fiorentina intanto è pronta al contrattacco per tutelare il suo tesserato.

Le parole di Gian Piero Gasperini relative al rigore concesso in Fiorentina Atalanta hanno acceso la miccia di una polemica infuocata che potrebbe avere ulteriori strascichi. Il tecnico dell’Atalanta, riferendosi a Federico Chiesa ha dichiarato: “È diseducativo, un cascatore. Va punito, così non si fa“. Il primo ad essere colpito dalle parole del tecnico orobico è stato proprio il giocatore: un ragazzo classe ’97 che rischia l’etichetta di simulatore e che deve fare i conti con tanta, troppa attenzione mediatica.

Per fortuna Federico Chiesa può contare su un appoggio familiare granitico. Proprio la mamma e il babbo del giocatore sono stati pronti a fare la loro parte. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport mamma Francesca ha consigliato al ragazzo, quasi in lacrime, di staccare per 48 ore. Il babbo Enrico invece – stando a quanto riferisce il Corriere Fiorentino – avrebbe addirittura pensato ad una querela nei confronti di Gasperini per danno di immagine.

Anche ACF Fiorentina è in campana. La gogna mediatica alla quale è stato sottoposto il suo tesserato nelle ultime 48 ore (LEGGI ARTICOLO) non ha fatto piacere né ai tifosi, né alla società. Il Corriere Fiorentino parla di un dossier con i numeri relativi a Federico Chiesa. Dati statistici che dimostrano come l’attaccante viola sia fra quelli più ‘curati’ in Serie A: 16 falli fischiati in sette giornate di campionato. Senza contare gli altri contatti fisici ritenuti regolari dagli arbitri.

Articolo precedenteFiorentina Atalanta, video racconto: cori, gol Veretout, saluto al Capitano.
Articolo successivoPepito Rossi: no doping e no squalifica. Su Instagram la foto in maglia viola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui