Rocco Commisso e Federico Chiesa per la prima volta insieme davanti ad una telecamera. Il presidente della Fiorentina ha parlato a Class CNBC all’interno del Nyse, Borsa di New York. Commisso ha mostrato ancora una volta tutto il suo entusiasmo per la nuova avventura nel calcio. Mentre l’attaccante, parso un po’ a disagio, non si è voluto esporre.

La Fiorentina non è una questione di soldi“, lo ha ribadito più volte Rocco Commisso all’interno del tempio della finanza mondiale. La squadra viola è un mezzo per restituire qualcosa al calcio che è stata la sua porta di accesso alla Columbia University da dove è poi iniziata la sua ascesa verso il riscatto sociale. Da figlio di emigrante calabrese a tycoon dell’economia statunitense.

I punti di azione della Fiorentina di Commisso

Commisso ribadisce i punti fermi della suo programma a medio e lungo termine: migliorare le infrastrutture e capire i tempi della questione stadio, incrementare le revenues (ricavi) e quel fatturato che è il metro per i paletti del fair play finanziario. Sponsors quindi e asset economici. Commisso chiede tempo perché il programma è articolato e si rivolge direttamente ai tifosi viola con l’inconfondibile accento italo americano: “Non si può fare in un giorno“. In merito allo sponsor quello presente sulla maglia Fiorentina, indossata domani notte nel match contro il Benfica, sarà l’azienda di famiglia: Mediacom.

Federico Chiesa e la maglia viola

È proprio Federico Chiesa a mostrarla in anteprima durante la diretta di Class CNBC. L’attaccante classe 1997 braccia conserte e volto tirato, non risponde alla domanda diretta: “Te la senti sulla pelle questa maglia?” e svicola con una risposta centrata sulla miglioria tecnica della divisa. Poi incalzato aggiunge: “Ci siederemo al tavolo, come una famiglia, come ha ricordato il presidente. Io sono un professionista e penso solo a tornare in forma. Tutte le decisioni sono rimandate“.

A questo punto è chiaro che Federico Chiesa – che non ha mai citato né il contratto, né ha mai accennato in alcuna maniera ai nuovi progetti della Fiorentina – insisterà per la cessione. Davanti a lui però un muro fatto di entusiasmo e fortificato da un concetto: non sempre è una questione di soldi, la faccia e gli impegni firmati possono ancora valere qualcosa… anche nel calcio.

Errebì72
Articolo precedenteFiorentina, Saponara tra Lecce e Udinese
Articolo successivoNuova maglia Fiorentina: i testimonial e i dettagli [FOTO]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui