Prossimi impegni della Fiorentina. Il 17 via alla tournée americana dove si aggregherà al gruppo Chiesa, ma non Pezzella. Dopo l’ICC mini ritiro a Montecatini. Intanto a Moena ci sono i giovani e Bigica.

Ricomporre il puzzle della Fiorentina in questa estate 2019 richiede una buona dose di pazienza e un’agenda costantemente aggiornata. Nel momento nel quale vi scriviamo siamo in quel che resta del ‘ritiro estivo’ della Viola a Moena. Presidiato soltanto da una rappresentanza delle giovanili della Fiorentina, guidate da mister Bigica. In questo novero di baldi giovanotti, ad occhio solo Thereau e Gabriele Gori – con carriere ben diverse – hanno assaggiato il professionismo. Intanto si fa la conta dei big che si aggregano negli USA: Chiesa e Milenkovic sì, Pezzella e Veretout (con motivazioni diverse) no.

Il ritiro di Moena: un compromesso che scontenta tutti?

La Fiorentina di Commisso, acquistato il 6 giugno dai Della Valle, non ha voluto disdire il contratto con Moena dal 6 al 21 luglio e contestualmente non ha voluto rinunciare alla possibilità di giocare l’International Champions Cup (prima partita il 17 luglio) subentrando alla Roma. Una scelta che quantomeno ha ingenerato confusione nel pubblico e negli addetti ai lavori. ACF Fiorentina non ha comunicato se non a ridosso della data, il giorno esatto della partenza da Moena per gli Stati Uniti. Si pronosticava che sarebbe stata fra il 12 e il 15 luglio. E infatti, Montella e i suoi ragazzi sono partiti proprio il 12 nel primo pomeriggio, dopo appena 6 giorni di permanenza a Moena.

Una scelta quella della vaghezza fatta probabilmente per non ingenerare una serie di disdette che avrebbe scontentato in primis l’APT Val di Fassa, a nome della quale ha parlato il direttore Weiss, lamentando qualche rinuncia e poco afflusso di pubblico e auspicando comunque il prosieguo della collaborazione. E che dire degli addetti ai lavori e delle persone che per passione o per professione avevano già fissato il proprio soggiorno e programmato il proprio lavoro sulla base delle date ufficiali? Chi investe il proprio tempo e il proprio denaro, meriterebbe almeno una comunicazione chiara e tempestiva.

Infine, una considerazione sulle amichevoli fissate dalla Viola per la programmazione estiva sulle Dolomiti. Real Vicenza (domenica 14 luglio), Bari (mercoledì 17), Benevento (sabato 20) si aspettavano con ogni probabilità di misurarsi con una rosa quantomeno di pari livello e non certo con Primavera e Allievi, per quanto volenterosi e di livello nazionale nelle rispettive categorie. Il tour americano ha poi frammentato il gruppo che si ricomporrà pezzo pezzo nelle prossime settimane.

ICC e poi Montecatini i prossimi impegni della Fiorentina

La Fiorentina, intesa come la squadra che giocherà il prossimo campionato di Serie A, arriva oggi alle ore 20 italiane negli Stati Uniti. Il debutto, come detto, contro il Chivas di Guadalajara il 17 luglio. Poi il 20 secondo match contro l’Arsenal ed infine il 25 contro il Benfica. Negli Stati Uniti arriverà il 16 Federico Chiesa e contestualmente è previsto l’arrivo di Nikola Milenkovic. Mentre per German Pezzella si parla di un rientro in gruppo al ritorno della Viola in Italia, così riferisce La Nazione. Nel frattempo, Veretout è tornato a Firenze in attesa di notizie di calciomercato e Thererau è rimasto a Moena coi ragazzi di Bigica.

Di oggi la notizia ufficializzata dal sindaco di Montecatini, Luca Baroncini, che la Fiorentina sarà nella cittadina termale toscana dal 29 luglio al 4 agosto per un miniritiro. Con soggiorno Grand Hotel La Pace e allenamenti al Campo Sportivo Mariotti. Sperando che fra due settimane, se anche la squadra non avrà preso forma possa almeno essere riunita in un unico luogo.

Errebì72
Articolo precedenteHagi al Genk e Gerson al Flamengo: quanto incassano Fiorentina e Roma
Articolo successivoCalciomercato Fiorentina: doppia trattativa col Besiktas?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui